Attualità

Coronavirus: 600 chiamate arrivate al Centro operativo comunale teatino

Il COC del Comune di Chieti è stato attivato fronte della seconda ondata pandemica per supportare la cittadinanza durante l’emergenza

Sono state 600 le chiamate arrivate alla centrale operativa del Coc del Comune di Chieti da quando, a fronte della seconda ondata pandemica, è stato attivato per supportare la cittadinanza durante l’emergenza. Gli interventi, invece, sono stati 64, mentre 48 sono le azioni per i servizi di Pronto farmaco e 16 per il Pronto spesa.

“Si tratta di numeri che raccontano un’efficacia – dice il sindaco Diego Ferrara – il Coc, oltre che dalla struttura tecnica comunale è supportato dalle associazioni di Protezione civile, che sono un prezioso supporto per il Comune e per arrivare capillarmente alla cittadinanza. La maggior parte delle chiamate arrivate nella nuova centrale operativa individuata nella sede dell’associazione di Protezione civile Valtrigno Chieti, sono state di richiesta di informazioni, persone che avevano bisogno di orientarsi sia sulla situazione covid, che sui servizi e sul come relazionarsi all’emergenza, in caso si trovassero in una situazione di contagio o di dubbio. Istanze che i volontari e gli operatori hanno potuto gestire, dispensando informazioni e orientando l’utenza verso gli interlocutori competenti. Gli interventi invece hanno riguardato l’assistenza concreta e dedicata al fronte covid, compreso il servizio d’ordine al drive-in del Pala Tricalle, nonché ai servizi di Pronto farmaco e Pronto spesa, rivolti sia a persone impossibilitate a uscire che a cittadini in difficoltà logistica".

Per contattare il Coc basta selezionare il numero telefonico 0871/307127 attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: 600 chiamate arrivate al Centro operativo comunale teatino

ChietiToday è in caricamento