In Abruzzo una nuova zona rossa: è la prima dopo la fine del lockdown

La decisione del sindaco di Lucoli dopo l'incremento dei contagi nelle frazioni di Casamaina e Casavecchia

Foto Ansa

L'incubo della zona rossa, che ha caratterizzato diverse località abruzzesi durante la fase più critica della pandemia da Coronavirus, torna nella nostra regione. 

Il sindaco di Lucoli (L'Aquila), Valter Chiappini, infatti, dopo l'incremento dei contagi nel territorio, ha firmato un'ordinanza che istituisce la "zona rossa" nella frazione di Casamaina, a decorrere dalla mezzanotte del 28 agosto, fino alla mezzanotte del 1° settembre.

"Sono preoccupato, ma fiducioso - ha spiegato il sindaco all'Ansa - perché la situazione è sotto controllo. È stata una scelta precauzionale, per una chiusura di cinque giorni e non 14 concordata con la Regione Abruzzo e la Asl".

Nel comune ci sono due focolai: uno nella frazione di Casamaina, dove i positivi sono 10, di cui uno in ospedale, e l'altro nella frazione di Casavecchia, dove ce ne sono 2, uno in ospedale e uno in isolamento domiciliare con un primo tampone negativo.

Inoltre, ci sono circa 40 persone in quarantena. Tra le misure previste dall'ordinanza del sindaco, ci sono il divieto di allontanamento dal territorio della frazione da parte di tutti gli individui ivi presenti e il divieto di accesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Zona rossa in Abruzzo: Marsilio ha firmato l'ordinanza

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento