Attualità

VIDEO-La variante Delta è comparsa a Lanciano: cluster familiare con 11 contagiati

Il sindaco Pupillo è tornato a lanciare un appello ai suoi concittadini, invitandoli a sottoporsi al vaccino e a continuare a usare le precauzioni: al momento in città sono 30 i contagiati dal Coronavirus

A Lanciano è comparsa la variante Delta del Coronavirus: ad oggi, sono 11 i cittadini che risultano contagiati dalla variazione del virus. 

Lo ha comunicato il sindaco Mario Pupillo che, come accadeva nei momenti più critici dell'emergenza sanitaria, è tornato a parlare ai suoi concittadini con un video pubblicato su Facebook. Il dato gli è stato comunicato dalla Asl.

Il primo cittadino ha spiegato che si tratta di un cluster familiare e che, al momento, in città sono in tutto 30 i positivi al Covid. 

Come conferma la Asl Lanciano Vasto Chieti, tutte le 11 persone contagiate sono legate tra loro da vincoli di parentela o di rapporti stretti. Solo per 6 di loro è stato possibile procedere al sequenziamento del campione, che ha accertato il contagio da variante Delta, comune, con molta probabilità, anche agli altri componenti dei tre nuclei familiari. 

I casi sono stati scoperti al rientro da un viaggio di due sorelle in un Paese non in area Schengen. Le due giovani si sono sottoposte a tampone e quarantena obbligatori una volta tornate in Italia. Accertata la positività, il dipartimento Prevenzione della Asl, guidato da Giuseppe Torzi, ha fatto scattare immediatamente l’indagine epidemiologica con l’isolamento dei contatti stretti, anch’essi sottoposti a tampone. 

Le persone contagiate si trovano tutte nel proprio domicilio e sono in buona salute, solo uno di loro era vaccinato, mentre gli altri avevano fatto qualcuno una dose da qualche giorno e altri nessuna. È risultata negativa, invece, un’anziana che aveva concluso il ciclo vaccinale con le due dosi. 

"È una notizia - dice Pupillo - che riaccende le nostre preoccupazioni". Per questo, il sindaco è tornato a raccomandare di usare tutte le precauzioni e, soprattutto, sottoporsi al vaccino.

"La vaccinazione - ha detto - è fondamentale per combattere la pandemia, ma non abbiamo ancora vinto la guerra: il virus si trasforma e la variante Delta dal punto di vista clinico si trasmette più facilmente ed è tra le più aggressive. I numeri dei vaccinati fra i 60enni e anche tra i più giovani sono ancora bassi: per questo vi invito a vaccinarvi, dopo esservi consultati con il vostro medico". 

In tutto l'Abruzzo, secondo i dati diffusi dall'agenzia Adnkronos, sono 23 i casi di variante Delta sequenziati dall'istituto zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del Molise Caporale di Teramo, tutti fra Chietino e Teramano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VIDEO-La variante Delta è comparsa a Lanciano: cluster familiare con 11 contagiati

ChietiToday è in caricamento