Coronavirus: iniziano i test diagnostici sui residenti della zona rossa di Caldari di Ortona

Nel fine settimana se ne occuperanno gli operatori della Asl e dell'istituto zooprofilattico. Il Comune ha stanziato 20 mila euro

Inizierà sabato (18 aprile) la ricerca epidemiologica sui residenti della zona rossa di Caldari di Ortona, attraverso i test diagnostici per giungere a una valutazione puntuale e specifica dell'evoluzione del contagio da Covid-19.

Lo comunica il sindaco, Leo Castiglione, che nelle ultime settimane è stato in contatto continuo con la direzione generale della Asl per organizzare la procedura. 

L'amministrazione comunale ha messo a disposizione 20 mila euro per coprire parte dei costi in compartecipazione. I test saranno effettuati nella scuola primaria, dove saranno sanificati i locali fino al termine delle operazioni. Ieri, Castiglione e il responsabile del 118, Adamo Mancinelli, hanno effettuato un sopralluogo nella struttura.

Sabato e domenica, dalle 9 alle 18, saranno presenti gli operatori della Asl di Chieti e dell'istituto zooprofilattico di Teramo incaricati dell'indagine. Nel corso della giornata di oggi sarà comunicato l'ordine di accesso dei cittadini ai prelievi in base alle vie di residenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pur essendo rammaricato per gli attacchi ingiustificati e strumentali di alcuni, in un momento delicatissimo della nostra vita, continuo a lavorare per i miei cittadini - commenta il sindaco Castiglione - avendo come unico obiettivo la tutela della salute di tutti. Purtroppo, al di là delle convinzioni personali, sono i dati scientifici, uniformati a livello nazionale, a guidare le azioni del sottoscritto e degli altri organi istituzionali. Pur comprendendo lo stato d'animo e le difficoltà di chi vive nella zona rossa le azioni messe in campo non sono contro qualcuno ma unicamente a protezione dell'intera comunità. I sacrifici di oggi sono alla base della nostra tranquillità futura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento