menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

VIDEO - Università della Pennsylvania, d'Annunzio e ospedale di Pescara studiano il Coronavirus

Attivata una collaborazione importante, per studiare le determinanti genetiche dei pazienti e comprendere le diverse risposte a parità di età e condizioni

Anche l'università di Chieti è coinvolta nell'importante progetto di collaborazione tra la sanità abruzzese e l'università della Pennsylvania, che consentirà di analizzare i determinanti genetici dell'infezione da Coronavirus. 

A darne notizia, ieri pomeriggio, nella trasmissione La vita in diretta di Rai 1, il direttore generale della Asl di Pescara, Antonio Caponetti, e il direttore dell'unità complessa di Malattie Infettive del Santo Spirito, Giustino Parruti, intervistati dall'inviato Max Franceschelli, collegato con lo studio tramite la conduttrice Lorella Cuccarini.

La collaborazione, attivata grazie all'ateneo d'Annunzio, permetterà di studiare perché, a parita di condizioni, età ed esposizione alla carica virale del Covid 19, alcuni pazienti sviluppano forme lievi o addirittura asintomatiche, mentre altri non riescono a superarlo. "Pensiamo di estendere questa collaborazione a tutta la regione", ha detto Caponneti.

Nel concreto, lo studio, che partirà non appena il Comitato etico darà l'autorizzazione, consiste nell'inviare all'università statunitense, i campioni dei pazienti curati in Abruzzo. Uno studio genetico approfondito, fino a ottenere numeri sufficienti a comprendere, ha spiegato Parruti, "il diverso peso dei geni nei diversi gruppi di pazienti".

Clicca qui per vedere la puntata

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento