menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia dei 5 stelle: "A Vasto sono 26 gli operatori sanitari positivi al Coronavirus"

Il consigliere Smargiassi punta il dito contro la Asl che non gli avrebbe fornito il quadro esatto della situazione e chiede di velocizzare le analisi sui tamponi per evitare rischi

Sarebbero 26 i casi positivi tra il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto, e questo dato potrebbe aumentare. A lanciare l'allarme è il presidente della comissione regionale di vigilanza Pietro Smargiassi, che cita "fonti interne agli stessi reparti".

“Dal resoconto che gli uffici mi hanno fornito - spiega il consigliere regionale del Movimento 5 stelle - sono stato rassicurato che per l’ospedale di Vasto è stato fatto tutto quello che si doveva fare, sia come gestione dei casi positivi che in merito alla distribuzione dei dispositivi di protezione individuale per il personale. Ma basta alzare gli occhi dalle carte e guardare la realtà delle cose per capire che se tutto è stato fatto, allora è stato fatto male. Abbiamo contezza che siamo arrivati a ben 26 contagiati tra il personale e interi reparti che sono al minimo delle forze a causa del coronavirus. Quando abbiamo denunciato i 19 casi positivi, la Asl ha voluto precisare che ne erano 'solo' 12. Oggi che apprendiamo che siamo arrivati a 26 casi per la Asl quanti saranno?".

Smargiassi lamenta che i lavoratori sono spaventati "perché si sentono a rischio, come dimostrano le continue richieste di aiuto che vengono lanciate proprio da medici e infermieri, sia verso la dirigenza Asl che pubblicamente a mezzo stampa. Ma purtroppo, a quanto pare, non vengono ascoltati e forse invitati a tenere un profilo basso, probabilmente con l’effetto contrario che li spinge a rivolgersi all’esterno per avere un sostegno".

In particolare, il consigliere si fa portavoce dei sanitari che non hanno ancora ottenuto risposta sui tamponi a cui si sono sottoposti, rischiando così di infettare i propri familiari. 

"Non mi interessa se a causa dei problemi di gestione della Asl non si riesce a fornire nei tempi consoni il risultato di un tampone - incalza il 5 stelle - chiedo espressamente che intervengano l’assessore Verì e gli altri organi competenti, affinché tutto il personale sia sottoposto alle analisi necessarie e che i risultati arrivino nel più breve tempo possibile a tutela dei pazienti, del personale e delle loro famiglie. I dati che abbiamo non possono essere sottovalutati - conclude - e continueremo a batterci per la sicurezza sul posto di lavoro di chi in questi giorni di emergenza sta mettendo a disposizione della comunità la propria vita per salvarne altre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento