menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, a marzo in provincia di Chieti decessi aumentati del 3,6%: il rapporto Istat

I dati e le rilevazioni dell'Istat inseriscono Chieti tra le province a bassa diffusione. Dal 20 febbraio al 31 marzo l'Istat conteggia 487 decessi, di cui 13 per l'infezione da Covid-19 

I dati e le rilevazioni dell'Istat inseriscono Chieti tra le province a bassa diffusione da Covid-19 (Coronavirus). Come segnala il rapporto Istat sull'impatto della pandemia sulla mortalità, nella nostra provincia, nel mese di marzo, si registra un aumento dei decessi pari al 3,6 per cento.

In provincia di Chieti dal 20 febbraio al 31 marzo l'Istat conteggia complessivamente 487 decessi, di cui 13 per l'infezione da Covid-19 (Coronavirus). La media invece dei mesi di marzo degli anni precedenti (2015-2019) è di 445 morti. 

A livello regionale invece, l'Istat per l'Abruzzo conteggia nel medesimo periodo (20 febbraio-31 marzo) 1.706 decessi totali (64 le morti provocate dal Covid-19) contro la media di 1.539 degli anni precedenti (2015-2019). L'aumento è dell'8,8%. 

In Abruzzo le province di Chieti e Teramo vengono inserite tra quelle a bassa diffusione mentre Pescara e l’Aquila rientrano nella classe della media diffusione da Covid-19.  

Questo Rapporto è prodotto congiuntamente dall’Istituto nazionale di statistica e dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss). L’obiettivo è fornire una lettura integrata dei dati epidemiologici di diffusione dell’epidemia di Covid-19 e dei dati di mortalità totale acquisiti e validati da Istat. Per visionarlo basta cliccare il seguente link: https://www.istat.it/it/files//2020/05/Rapporto_Istat_ISS.pdf

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento