Prevenzione del Coronavirus: controlli a tappeto della Asl nelle aziende alimentari

Il target è stato scelto in base alle condizioni ambientali degli impianti di lavorazione che possono favorire la proliferazione del virus e alla tipologia delle attività lavorative che prevedono postazioni di lavoro ravvicinate e luoghi condivisi

Per evitare che si accendano nuovi focolai di Coronavirus, la Asl Lanciano Vasto Chieti sta prestando massima attenzione ai luoghi di lavoro. In particolare, è partito un programma di sorveglianza attiva, voluto dal direttore generale della Asl, Thomas Schael, e realizzato dal dipartimento Prevenzione guidato da Giuseppe Torzi, che coinvolge in una prima fase gli impianti produttivi di alimenti di origine animale.

Il target è stato scelto in base alle condizioni ambientali degli impianti di lavorazione che possono favorire la proliferazione del virus (temperatura, umidità, vapore) e alla tipologia delle attività lavorative che prevedono postazioni di lavoro ravvicinate e luoghi condivisi. Sono già numerosi, infatti, casi di contagio che si sono diffusi negli impianti di macellazione, la cui causa va ricondotta unicamente alle caratteristiche ambientali di tali luoghi. 

In provincia di Chieti sono presenti 78 strutture, così classificate: 10 mattatoi, 11 laboratori di lavorazione carni rosse, 13 stabilimenti di prodotti a base di carne, tre depositi frigoriferi, 11 caseifici, otto stabilimenti di prodotti della pesca, 9 centri di spedizione molluschi, 2 centri di riconfezionamento, 2 macelli lagomorfi e 3 avicoli, due laboratori di carni bianche, quattro centri di imballaggio uova. Gli addetti in totale sono 926. 

L'adesione al programma di sorveglianza è su base volontaria, sia delle aziende che accolgono l'invito della Asl Lanciano Vasto Chieti, sia dei lavoratori, i quali saranno sottoposti a prelievo di sangue e al tampone rino-faringeo. Al momento sono 8 gli stabilimenti che si sono resi disponibili e 481 gli addetti che parteciperanno. 

“Il nostro obiettivo, in questa fase, è identificare e isolare i potenziali contagiati da Covid-19 tra i lavoratori degli impianti produttivi di alimenti di origine animale - spiega Giuseppe Torzi - i quali sono più esposti al rischio a causa delle condizioni ambientali dei luoghi in cui svolgono la loro attività. Per queste ragioni un approccio sistematico, con il controllo periodico di tutti gli operatori, pensiamo sia la strategia che meglio possa garantire la riduzione dei rischi di diffusione del virus”.

Lo screening, dunque, a totale carico della Asl e gratuito per le aziende, prevede un primo ciclo di test che sarà eseguito a partire dalla prossima settimana: in caso di esito positivo al tampone, scatteranno tutte le attività previste per la messa in sicurezza della struttura e indagine clinica su familiari e contatti della persona contagiata, anche ai fini dell'applicazione delle misure di sorveglianza sanitaria domiciliare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo step di controlli su tutti i lavoratori è previsto a distanza di tre settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l’ora solare e guadagneremo un’ora in più di sonno

  • Traffico paralizzato in centro per l'auto dei vigili in divieto di sosta: multati dai loro colleghi

  • Le migliori pizzerie 2020 di Chieti e provincia secondo 50 Top Pizza sono cinque

  • In provincia di Chieti 32 comuni di montagna rischiano di scomparire: arrivano contributi dalla Regione

  • Furto con scasso in una pizzeria del centro di Chieti, il titolare pubblica le foto dei ladri sui social: "Chi li riconosce?"

  • Da Forlì a Chieti: il tenente colonnello d'Imperio è il nuovo comandante del reparto operativo dei carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento