Attualità

Coronavirus: contagi cresciuti del 38,3% in una settimana, ma non c'è pressione ospedaliera

Per quanto riguarda i vaccini, il 52,2% degli abruzzesi ha completato il ciclo vaccinale, in linea con la media nazionale di 52,3%

In Abruzzo, nell'ultima settimana c'è stato un aumento del 38,3% di positivi al Covid rispetto ai sette giorni precedenti. Ma la saturazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva resta sotto soglia. 

È quanto emerge dai dati della fondazione Gimbe, citati dall'agenzia Dire. Fra il 21 e il 27 luglio, si è registrata una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (93).

Per quanto riguarda i vaccini, il 52,2% degli abruzzesi ha completato il ciclo vaccinale, in linea con la media nazionale di 52,3%. Il 13,8%, superiore alla media nazionale dell'11,3%, ha ricevuto solo la prima dose. 

La popolazione over 80 che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 89,7% (la media italiana è 92%) a cui si aggiunge un ulteriore 2,1% (la media italiana è 2,7%) solo con prima dose. La popolazione fra 70 e 79 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 83,8% (la media nazionale è 84,5%) a cui aggiungere un ulteriore 7,2% (la media nazionale è 4,7%) solo con prima dose.

La popolazione 60-69 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 74,1% (la media nazionale è 74,6%) a cui aggiungere un ulteriore 11% (la media nazionale è 9,5%) solo con prima dose; la popolazione over 60 che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 11,3% (la media nazionale è 11,5%); la popolazione 12-19 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 61,4% (la media nazionale è 68,5%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: contagi cresciuti del 38,3% in una settimana, ma non c'è pressione ospedaliera

ChietiToday è in caricamento