rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Aumento dei contagi (+38,3%) e ospedali sotto pressione in Abruzzo: la zona arancione è sempre più vicina

Secondo i dati della Fondazione Gimbe, sono sopra la soglia di saturazione i posti letto in area medica e in terapia intensiva; il Chietino è la seconda provincia più colpita

Nella settimana dal 5 all'11 gennaio, in Abruzzo, è stata registrata una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi al Covid 19 per 100.000 abitanti (4.203), con un aumento dei nuovi casi (38,3%) rispetto alla settimana precedente.

È quanto emerge dall'ultima rilevazione della Fondazione Gimbe, citata dall'agenzia Dire, che per la prima volta dall'inizio della quarta ondata vede sopra soglia di saturazione i posti letto Covid sia in area medica (25,5%) che in terapia intensiva (17,7%).

Numeri preoccupanti che parlano di un residuo di posti letto prima del passaggio in arancione pari a 59 per l'area medica e 4 per la terapia intensiva. Il numero dei posti letto disponibili per pazienti Covid prima del passaggio in zona rossa sono invece 192 per l'area medica e 22 per la terapia intensiva.

Sul fronte vaccini, la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 79% (media Italia 79%), a cui aggiungere un ulteriore 2,8% (media Italia 3,8%) solo con prima dose; il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 59,3% (media Italia 61,5%); la popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 1,3% (media Italia 2,4%) a cui aggiungere un ulteriore 14,5% (media Italia 15,9%) solo con prima dose.

Questo l"elenco dei nuovi casi per 100.000 abitanti dell'ultima settimana suddivisi per provincia: Teramo 2.385, Chieti 2.328, Pescara 2.041, L'Aquila 1.740.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento dei contagi (+38,3%) e ospedali sotto pressione in Abruzzo: la zona arancione è sempre più vicina

ChietiToday è in caricamento