menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rischio sismico e dissesto idrogeologico a Chieti: in tanti si interrogano

Nutrita partecipazione al convegno di sabato promosso da Emergency Lab. Dalla mattinata è nata la proposta di farsi promotori della pulizia di Colle Arenazze per restituirla alla città a fini educativi e anche turistici

Ambiente, cambio climatico e dissesto idrogeologico al centro del convegno "Chieti: Riflettiamoci" tenutosi ieri mattina nella sala Cascella della Camera di Commercio, organizzato nell'ambito della Settimana Nazionale della Protezione Civile da Emergency Lab. “Siamo un’associazione di promozione sociale (che si occupa di formazione e ricerca in ambito di protezione civile – ha esordito il presidente Fabio Ferrante – e abbiamo ritenuto fondamentale condividere con cittadini i temi legati al rischio del territorio oltre a mettere di atto una corretta comunicazione del rischio”. 

Tra i relatori, il professor Francesco Stoppa del dipartimento Scienze Psicologiche, della salute e del territorio dell'università d'Annunzio il quale ha parlato dei rischi insistenti sul territorio di Chieti, rischio sismico e dissesto idrogeologico, ponendo l’accento sulle recenti vicende legate al palazzo di via Don Minzoni e alla errata edificazione sulla corona di ferro della città che ha portato a tali problemi.

Antonio Pica (Flora d’Abruzzo) ha invece illustrato le bellezze floristiche, anche rare, presenti su colle Arenazze e quanto quella porzione di città non venga ma anzi è diventata ricettacolo di immondizia.

Il professor Piero Di Carlo del dipartimento Scienze Psicologiche, della salute e del territorio dell'università d'Annunzio si è quindi soffermato sulle cause che hanno portato al cambiamento climatico e quanto queste influiscono sulla sicurezza dei cittadini.

Numerosi gli interventi da parte del pubblico che ha chiesto chiarimenti sul futuro della città a causa del dissesto  o su quanto le forme di energia alternativa siano davvero sostitutive delle attuali fonti e su quale prevenzione sia stata messa in atto dalle istituzioni relativamente al rischio sismico. Dalla mattinata è nata la proposta di farsi promotori della pulizia di Colle Arenazze per restituirla alla città a fini educativi e anche turistici.

“C’è stata una grande partecipazione – ha sottolineato ancora Ferrante – ciò dimostra che la popolazione ha un grande interesse per le tematiche sul rischio e che c'è una grossa responsabilità delle istituzioni che non comunicano con i propri cittadini”. Erano presenti anche i consiglieri comunali della lista Chieti x Chieti, Diego Ferrara che ha moderato l'incontro pubblico e Teresa Giammarino, e Riccardo Petaccia, segretario del Circolo del Partito Democratico di Chieti Scalo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento