rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Attualità Fossacesia

Fossacesia: persiste il divieto di usare l'acqua potabile a Villa Scorciosa, i cittadini pretendono spiegazioni dalla Sasi

Sono ancora in corso le analisi sui diversi parametri previsti dalla norma di riferimento, dopo che era emersa la presenza di batteri coliformi

Persiste il divieto di usare l'acqua potabile nella frazione di Villa Scorciosa, a Fossacesia.

“Sono ancora in corso le analisi sui diversi parametri previsti dalla norma di riferimento per stabilire - spiega il sindaco Enrico Di Giuseppantonio - se vi siano le condizioni per l’utilizzo dell’acqua potabile a Villa Scorciosa e attendiamo l’esito. Come aspettiamo dalla Sasi, che è titolare del servizio idrico integrato, informazioni dettagliate sulle cause che hanno provocato la presenza di batteri coliformi nell'acqua. Il campionamento è stato fatto lo scorso 14 marzo e trasmesso anche al Comune dal dipartimento di Prevenzione Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asl Lanciano/Vasto/Chieti. Nell'ambito delle mie competenze, seguo attentamente gli sviluppi e mi auguro che, al più presto, possa essere messo nella condizione di revocare l’ordinanza che ho dovuto emettere il 15 marzo scorso per il divieto per scopi alimentari dell'acqua". 

Nelle ultime ore, il sindaco ha avuto un nuovo contatto telefonico con i responsabili della Società Abruzzese per il Servizio Idrico Integrato (Sasi) per ricevere aggiornamenti sull’esito dei controlli che l' Agenzia regionale per la Tutela ambientale (Arta) e la Asl Lanciano-Vasto-Chieti stanno eseguendo per stabilire la conformità delle analisi dell’acqua destinati al consumo umano.

"Sono controlli - spiega Di Giuseppantonio - che pretendono tempi di laboratorio che vanno dalle 48 alle 72 ore prima di poter accertare se i parametri sui campioni d’acqua analizzati rientrano nella norma. L’esito, positivo o negativo, viene comunicato dall’Arta alla Asl di competenza, che a sua volta rende noto il risultato al Comune. La speranza ovviamente è quella che questa situazione cessi il prima possibile e proseguirò a tenermi in contatto con l'Asl , l'Arta e la Sasi  per tutti gli eventuali sviluppi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fossacesia: persiste il divieto di usare l'acqua potabile a Villa Scorciosa, i cittadini pretendono spiegazioni dalla Sasi

ChietiToday è in caricamento