rotate-mobile
Attualità

Consiglio comunale: litigio nella maggioranza sul ruolo del segretario generale

Maggioranza spaccata sul ruolo della dirigente Labbadia nel doppio incarico anche su Torrevecchia. Le opposizioni: "Sindaco commissariato dalla sua stessa maggioranza"

Scricchiola la maggioranza del sindaco teatino Diego Ferrara sul ruolo del segretario generale Celestina Labbadia

Il sindaco vuole continuare a suddividere con Torrevecchia la segretaria comunale, ma gran parte della sua maggioranza non è d'accordo: la convenzione con Torrevecchia, secondo loro non deve essere rinnovata.

In apertura di seduta, il consigliere di maggioranza Vincenzo Ginefra chiede un'inversione dell'ordine del giorno dei lavori consiliari, per posticipare il punto sul rinnovo della convenzione con Torrevecchia ma a quel punto il sindaco Ferrara rifiuta. 

Si va al voto e la gran parte dei consiglieri di maggioranza si schiera contro Ferrara votando a favore della richiesta e facendo sì che il punto venga trattato alla fine del consiglio. A votare in linea con il sindaco restano solo il presidente del consiglio comunale Luigi Febo e i due consiglieri Giulia De Gregorio Porta e Andrea Rondinini. Ferrara prima è costretto a il dibattito e poi a ritirare la delibera.

A quel punto si scatenano le opposizioni con i capigruppo di minoranza Serena Pompilio, Maurizio Costa, Mario Colantonio, Carla Di Biase, Giampiero Riccardo, Bruno Di Iorio e Mario De Lio. "Il sindaco è stato commissariato dalla sua stessa maggioranza prima con i consiglieri che votano contro la sua volontà di trattare l'argomento in prima battuta. Poi incassa la sconfitta e si vede costretto al ritiro della delibera. In qualsiasi altra città un altro sindaco trattato in questo modo, avrebbe presentato sicuramente le dimissioni. L'ennesima dimostrazione di un' amministrazione che naviga a vista, concentrando principalmente le risorse umane e materiali solo per iniziative ludiche mettendo in secondo piano le reali problematiche della nostra città".

La maggioranza è risultata compatta, invece, sugli altri due punti all'ordine del giorno del consiglio comunale di ieri pomeriggio: le modifiche al Piano regolatore generale, derivanti dalle retrocessioni di aree a zona agricolae l'approvazione del rendiconto consolidato dell'esercizio 2021 del Comune e del teatro Marrucino.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale: litigio nella maggioranza sul ruolo del segretario generale

ChietiToday è in caricamento