menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consegnati i primi vaccini anti Covid, nel chietino il numero più alto di dosi

Sabato saranno somministrate le prime dosi al personale nei team vaccinali, nei reparti malattie infettive, nelle medicine Covid, nelle pneumologie Covid e nei pronto soccorso

Dopo la partenza di domenica scorsa (27 dicembre), prenderanno ufficialmente il via sabato 2 gennaio le vaccinazioni Covid in Abruzzo. Lo comunica l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì.

Questa mattina (mercoledì 30 dicembre), nei centri di stoccaggio individuati dalle Asl, sono state recapitate dalla Pzifer le prime 9.360 dosi di vaccino, che saranno destinate prioritariamente alla vaccinazione del personale ospedaliero operante nei team vaccinali, nei reparti malattie infettive, nelle medicine Covid, nelle pneumologie Covid e nei pronto soccorso.

Conclusa questa fase, si passerà al personale ospedaliero degli altri reparti e successivamente a quello dei distretti sanitari di base e delle strutture per anziani, dove saranno sottoposti a vaccinazione anche gli ospiti.

Tra i primi ospedali in cui saranno effettuate le vaccinazioni c'è anche il policlinico Santissima Annunziata di Chieti, insieme all'Aquila, Pescara, Teramo, Avezzano, Sulmona, Giulianova, Sant’Omero e Atri.

In particolare, alla Asl Lanciano Vasto Chieti sono state recapitate 3.510, 2.340 alle aziende sanitarie pescarese e aquilana, 1.170 a quella teramana. La quantificazione è stata stabilita sulla base del personale sanitario in servizio sia nei presidi pubblici, sia in quelli privati accreditati.

“Il nuovo anno – commenta l’assessore Verì – si apre, dunque, con l’entrata nel vivo della più grande campagna vaccinale di massa degli ultimi decenni, che ci auguriamo possa farci presto uscire da quest’incubo con cui conviviamo ormai da 11 mesi. Voglio ribadire ancora una volta, però, che l’avvio delle vaccinazioni non deve farci abbassare la guardia: non possiamo infatti allentare in alcun modo le precauzioni per limitare il contagio dal coronavirus, che al momento rappresentano ancora il mezzo più efficace per tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento