Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Gli infermieri della provincia di Chieti alla Asl: "Bandire subito il concorso, no ricorsi a mobilità"

Per l'Ordine delle professioni infermieristiche è necessaria "una guida stabile e duratura"

il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael (a sinistra), e il presidente dell'Opi Chieti, Giancarlo Cicolini (a destra)

Gli infermieri della provincia di Chieti chiedono alla Asl una guida stabile per il Dipartimento delle professioni sanitarie. Da ieri il loro collega Gennaro Scialò ha lasciato l’incarico di responsabile delle professioni sanitarie infermieristiche della Asl Lanciano Vasto Chieti e ora il Consiglio direttivo dell'Ordine delle professioni infermieristiche della provincia di Chieti torna a ribadire la necessità di bandire al più presto un concorso.

“Come già aveva fatto al suo arrivo, dando una guida in tempi rapidi al Dipartimento della professioni sanitarie, il direttore generale, Thomas Schael, può ora attivare subito il concorso e dare a tutti gli infermieri la possibilità di partecipare alla selezione per la copertura dei cinque incarichi da dirigente già esistenti nel 2019” afferma il presidente dell’Opi Chieti, Giancarlo Cicolini, ricordano che da cinque dirigenti previsti si era passati a uno solo e, ora, neanche più quello. 

Nel ringraziare Scialò per il lavoro svolto, l’Opi si sofferma anche sul fatto che gli infermieri, continuino ad essere penalizzati in termini di assunzioni. “Per gli incarichi da dirigente ci aspettiamo che il direttore generale dimostri riconoscenza a infermieri e professionisti sanitari e, soprattutto, garantisca a questo settore strategico una stabilità necessaria a dare risposte efficaci ai cittadini. Va pertanto attivato subito il concorso – conclude Cicolini - senza fare per l'ennesima volta ricorso a tempi determinati o mobilità temporanee che lasciano una governance sempre altalenante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli infermieri della provincia di Chieti alla Asl: "Bandire subito il concorso, no ricorsi a mobilità"

ChietiToday è in caricamento