Attualità

L'attore abruzzese Giacomo Ferrara sul palco del concerto del Primo maggio a favore del ddl Zan- VIDEO

"Spadino" di Suburra, insieme al collega Vinicio Marchioni, ha introdotto l'esibizione di Fabrizio Moro, appoggiando il progetto di legge contro l'omofobia

C'era anche un po' di Abruzzo e della provincia di Chieti, ieri sera, sul palco del concerto del Primo maggio, trasmesso da Roma su Rai 3. 

È l'attore di Villamagna Giacomo Ferrara, conosciutissimo soprattutto per il ruolo di "Spadino" nella serie Netflix Suburra, che insieme al collega Vinicio Marchioni ha introdotto l'esibizione di Fabrizio Moro. 

Un intervento in cui Ferrara ha "interpretato" un giovane Marchioni arrivato dal 2001, 20 anni fa, ignaro della pandemia, della chiusura dei cinema, delle maestranze dello spettacolo ferme da oltre un anno, della necessità delle mascherine. Ma, ha detto Marchioni, "più che mai è necessario continuare". 

Poi, a conclusione dell'intervento, l'appoggio dei due attori al disegno di legge Zan, il progetto di legge contro l'omofobia, mostrato chiaramente con una scritta sulla mano poco evidente dal teleschermo per uno stacco della regia. Così, i due attori hanno postato sui social la fotografia in cui sì legge chiaramente cosa si erano scritti sui palmi.

"Il palco è e lo sarà sempre, l'unico posto in cui ci sentiremo liberi", hanno concluso prima dell'ingresso di Moro.

Il video

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attore abruzzese Giacomo Ferrara sul palco del concerto del Primo maggio a favore del ddl Zan- VIDEO

ChietiToday è in caricamento