rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità

Lunghe file al pronto soccorso del SS. Annunziata, c'è chi rinuncia e torna a casa

Un'altra giornata campale all'ospedale di Chieti. La consigliera regionale del M5S Barbara Stella annuncia un’interrogazione: "Pessima gestione da parte della dirigenza della Asl che continua ad avere una scarsa attenzione verso le esigenze dei cittadini”

Code infinite al pronto soccorso del SS. Annunziata di Chieti. Ieri è stata un’altra giornata campale, con un numero di persone talmente elevato da creare problemi di affollamento costringendo diversi pazienti ad aspettare il proprio turno all’esterno. Alcuni, stanchi della lunga attesa, sono andati via.

Sui disagi oggi interviene la consigliera regionale del M5S Barbara Stella, che torna a puntare il dito contro la Asl e annuncia un’interrogazione in Regione.

“Quanto emerge dai racconti dei cittadini che si recano al pronto soccorso dell’ospedale SS. Annunziata dimostra, a mio avviso ancora una volta, la pessima gestione da parte della dirigenza della Asl Lanciano Vasto Chieti che continua ad avere una scarsa attenzione verso le esigenze dei cittadini”. Il fatto che alcuni utenti, dopo molte ore di attesa, abbiano rinunciato all’assistenza per Stella “non può essere tollerato” come anche il fatto di "dover aspettare all’aperto, con la stagione invernale alle porte".

“Alla luce di queste evidenti criticità presenterò un’interrogazione all’assessore Verì per capire come realmente stiano le cose e invito il direttore generale della Asl 02 ad attivarsi al più presto per porre rimedio a quanto sta accadendo affinché - conclude la consigliera regionale - sia sempre garantito il diritto alla salute e soprattutto che siano garantiti spazi di attesa e luoghi di accoglienza idonei e adeguati per tutti quei cittadini che si recano per le emergenze al pronto soccorso”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunghe file al pronto soccorso del SS. Annunziata, c'è chi rinuncia e torna a casa

ChietiToday è in caricamento