Attualità

Dopo più di mezzo secolo lo storico parrucchiere Mancini abbassa la serranda

Insieme alla moglie Rosa, si è occupato delle teste di generazioni di teatini, ricoprendo ruoli di rilievo nella Confartigianato

Abbasserà la serranda per l'ultima volta il prossimo 31 dicembre, dopo più di mezzo secolo di attività, in cui si è occupato delle teste di tante generazioni di teatini. Meritata pensione per il parrucchiere Roberto Mancini, che nel 2020, dopo 53 anni di lavoro, non riaprirà il salone di via Arniense 136, nel centro di Chieti. 

Per tutta la vita, Mancini si è occupato dell'immagine e dell'estetica femminile insieme alla compagna di vita e di lavoro, Rosa Peri. E ora che la sua vita professionale è giunta al meritato riposo, Mancni desidera ringraziare tutti i suoi clienti, che per anni gli hanno dato fiducia. Ora, Roberto e Rosa si godranno insieme giorni sereni da pensionati. 

Classe 1943, Mancini ha preso per la prima volta le forbici in mano da giovanissimo, come apprendista parrucchiere, per poi iniziare la sua ascesa aprendo il salone che ha fattola storia. 

Per moltissimi anni è stato presidente della Confartigianato Chieti, presidente della Cooperativa artigiana di Garanzia Citta di Chieti, ed è stato incoronato anche come Cavaliere del Lavoro. È stato inolytr membro della Camera di Commercio di Chieti per il settore artigiani e ha fatto parte di diverse commissioni, sempre a tutela della categoria degli artigiani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo più di mezzo secolo lo storico parrucchiere Mancini abbassa la serranda

ChietiToday è in caricamento