Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Vasto

Chiude il drive through di Vasto gestito dall'Arma, ma non ci sono certezze sui luoghi in cui eseguire i tamponi

Il consigliere regionale Smargiassi (5 stelle) si rivolge alla Regione, chiedendo di non lasciare la città senza un punto per il tracciamento dei casi, soprattutto in un periodo dell'anno in cui il turismo aumenta notevolmente le presenze

Chiuderà i battenti dopodomani il drive through per i tamponi di Vasto, aperto lo scorso gennaio e gestito dall'Arma dei carabinieri. Venerdì (9 luglio) sarà l'ultimo giorno di attività e, al momento, non vi sono certezze sul luogo in cui verranno effettuati i tamponi a partire da questo fine settimana. 

Contro questa decisione si scaglia il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Pietro Smargiassi, che chiede alla Asl di prevedere un punto per il tracciamento dei casi, visto che anche a Gissi il servizio è stato interrotto. 

"Effettuare numerosi tamponi - commenta - è un fattore indispensabile per isolare preventivamente i contagiati ed evitare il diffondersi del virus, in un momento dell’anno in cui la popolazione in città tende a raddoppiare per l’arrivo dei turisti. Nessuno può permettersi di abbassare la guardia o l’asticella nella fornitura dei servizi indispensabili. Chiedo, pertanto, che il servizio sanitario regionale, proseguendo quanto avviato dal ministero, attivi subito una postazione per il tracciamento dei positivi nello stesso spazio già collaudato e dimostratosi funzionale allo scopo”.

“Il drive through - prosegue Smargiassi - ha consentito al potenziale infetto Covid di restare in uno spazio ristretto, senza alcun contatto con terzi. Oggi, dirottare gli utenti in ospedale o in una postazione fissa al chiuso, e magari lontana chilometri, rischia di mettere a rischio altre persone. Ho lottato con ogni mezzo a mia disposizione per dotare Vasto di un drive through. Nonostante la mancanza di interesse per la questione del direttore della Asl 2, Schael, che aveva individuato come unico punto di servizio per l’intero territorio vastese il comune di Gissi - accusa - abbiamo vinto la battaglia riuscendo a imporre la necessità della comunità sulla miopia organizzativa della Asl 2. È inconfutabile che il drive through e l’organizzazione dell’Hub vaccinale del Pala Bcc abbiano reso Vasto un’eccellenza abruzzese nel contrasto alla pandemia – incalza Smargiassi – Oggi non possiamo tollerare errori o pressapochismo: la ASL deve imparare da questa esperienza e continuare dove il ministero ha iniziato aprendo il nuovo drive through del servizio sanitario regionale. Continueremo a lottare per garantire a tutti un servizio sanitario pubblico efficace ed efficiente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il drive through di Vasto gestito dall'Arma, ma non ci sono certezze sui luoghi in cui eseguire i tamponi

ChietiToday è in caricamento