rotate-mobile
Attualità Guardiagrele

Lo chef stellato Mauro Colagreco nominato ambasciatore Unesco per la biodiversità

Lo chef 3 stelle Michelin di origini guardiesi è 'Ambasciatore di buona volontà'. Per la prima volta questo ruolo viene affidato ad un cuoco

Lo chef stellato italo argentino Mauro Colagreco è stato nominato 'Ambasciatore di buona volontà' Unesco per la biodiversità.

È la prima volta che l’Unesco conferisce un simile un riconoscimento a uno chef. Ora, in qualità di ‘goodwill ambassador’ chef Mauro Colagreco promuoverà le azioni dell'organizzazione Onu a favore della biodiversità. 

Colagreco, nato nel 1976 in Argentina da una famiglia originaria di Guardiagrele, nel 2019 ha ottenuto la terza stella Michelin con il suo ristorante Mirazur, in Costa Azzurra, consacrandosi anche come miglior ristorante al mondo nella prestigiosa classifica del World’s 50 best restaurants. Qualche mese dopo il suo Mirazur ha ricevuto la "plastic free certification" per aver completamente eliminato la plastica nel ristorante.

Per i suoi piatti utilizza soltanto prodotti locali di stagione: la sua cucina mescola ingredienti e sapori della Costa Azzurra arricchiti però dalla tradizione italo-argentina.

Un legame mai interrotto quello dello chef con le sue origini abruzzesi e suggellato nel 2017 a Guardiagrele, quando convocò tutti i suoi omonimi e l’allora sindaco gli conferì la cittadinanza onoraria in un clima di festa. Fu una giornata memorabile per la città dove venne registrata una puntata del programma culinario “Top Chef” nel quale Mauro Colagreco ricopriva il ruolo di giudice.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo chef stellato Mauro Colagreco nominato ambasciatore Unesco per la biodiversità

ChietiToday è in caricamento