menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo direttivo per il centro antiviolenza Non sei sola di Ortona: in 8 anni ha aiutato 159 donne

Nuova responsabile è stata eletta l'avvocata Lara Di Paolo, già vice presidente e operatrice all’interno del centro come consulente legale

Nuovo direttivo per il centro antiviolenza Non sei sola di Ortona, giunto all'ottavo anno di attività. 

Nuova responsabile è stata eletta l'avvocata Lara Di Paolo, già vice presidente e operatrice all’interno del centro come consulente legale. La professionista, referente nel neonato coordinamento regionale abruzzese degli enti del terzo settore che gestiscono centri antiviolenza e case rifugio denominato “Antigone”, nel suo percorso formativo si è sempre occupata di violenza di genere, diritto di famiglia e amministrazioni di sostegno dando voce ai diritti dei più fragili.

"La forza del centro antiviolenza Non Sei Sola – dice - è data dall’unione e dallo spirito di gruppo che caratterizza l’equipe composta esclusivamente da donne specificamente formate sul tema della violenza di genere". 

Lo staff è ora composto dall’assistente sociale e vice presidente Tatiana Gamberoni, dalla psicologaAntonella Pescini, dalla pedagogista Monica Di Clemente, dalle operatrici dell’accoglienza Maria D’Annibale e Maria Cantoro, dalla psicologa e psicoterapeuta Marilena Consalvo, dalla ginecologa Martina Leombroni e dalla amministrativa Irma Massari.

Il centro antiviolenza Non Sei Sola nasce nel 2012 come servizio specializzato del consultorio familiare A.Ge. onlus di Ortona, a seguito dell’incessante crescita delle domande di aiuto pervenute negli anni dalle donne vittime di violenza residenti nel territorio dell’ambito distrettuale sociale n.10 di cui il Comune di Ortona è capofila.

Riconosciuto e finanziato dalla Regione Abruzzo, ai sensi della legge regionale n.31/2006, il centro è un luogo preposto all’accoglienza di donne che subiscono violenza in tutte le sue molteplici forme: fisica, psicologica, economica. Offre servizi gratuiti di accoglienza e ascolto telefonico, colloqui individuali e traccia percorsi personalizzati per favorire l’empowerment femminile e sviluppare un percorso di uscita dal ciclo della violenza, si offrono consulenza legale, psicologica e pedagogica, promozione, sensibilizzazione e prevenzione, si effettuano raccolta ed elaborazione dati, orientamento e accompagnamento all’autonomia lavorativa e abitativa, accompagnamento in strutture protette per donne con o senza minori.

Il centro svolge le sue attività garantendo l’anonimato delle donne e lavorando in rete con i servizi territoriali. Seguendo le indicazioni della Convenzione Europea sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne, Non Sei Sola applica la metodologia delle linee guida D.i.r.e.. Negli anni il Cav è stato, inoltre, promotore di molteplici iniziative volte alla sensibilizzazione della tematica  trattata attraverso convegni ed eventi, non da ultimo il 25 novembre 2019, nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, l’equipe Non Sei Sola è stata tra le promotrici del Protocollo d’intesa territoriale sull’antiviolenza con il Comune di Ortona e tutti gli operatori presenti sul territorio.

"Nell’attuale periodo emergenziale da Covid 19 - spiega l’avvocata Di Paolo - le operatrici del centro non hanno mai smesso di operare potenziando la loro attività da remoto e restando sempre fonte di supporto alle donne che ne hanno fatto richiesta. Siamo al lavoro, inoltre, per il prossimo evento: in occasione del 25 novembre realizzeremo, infatti, un video spot avente come protagonisti alcuni volti maschili rilevanti, ognuno nel suo campo, nella nostra città".

I dati sulla violenza di genere sono impressionanti, in quanto oltre cento donne in Italia ogni anno vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle. "È una vera e propria strage- commenta la neo responsabile – perché ai  femminicidi si aggiungono poi tutte quelle violenze che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare tante altre vittime. Sono migliaia le donne aggredite, picchiate, perseguitate, sfregiate". 

In questi otto anni di attività le donne seguite dal Cav Non Sei Sola sono state 159. 

Il servizio di accoglienza telefonica del Centro Antiviolenza è attivo nei giorni di martedì, giovedì, venerdì, dalle 9.30 alle 12.30,  lunedì e mercoledì dalle 16 alle 18, al numero 340.8778030 o a tramite mail antiviolenzanonseisola@gmail.com. La sede è in via Giovanni XXIII n.80, numero verde 1522.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento