rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità

Gli odori nauseabondi tornano a invadere lo Scalo, cittadini costretti a tenere le finestre chiuse: "Vogliamo risposte"

Un disagio che rinchiude in casa migliaia di famiglie e che un anno fa aveva portato alla denuncia di due persone, ma il problema non è ancora risolto

Un odore così nauseabondo da non riuscire a tenere le finestre aperte, fetido al punto da interrompere persino il sonno. È quello che accade ormai da anni ai residenti di Chieti Scalo, nell'area compresa fra San Martino e Madonna delle Piane. 

Un disagio tornato puntuale anche nelle ultime settimane, quando con le temperature più alte della media in tanti cercano refrigerio spalancando gli infissi. 

Negli ultimi giorni, ancora una volta, le segnalazioni arrivano dalla zona universitaria e da San Martino. C'è chi parla di odore di escrementi, chi paragona quel fetore all'uovo marcio.

"Siamo costretti a tenere le finestre chiuse 24 ore al giorno - si sfoga un residente - e con il caldo di questi giorni è diventata una situazione insostenibile. Nonostante questa situazione di degrado sia stata segnalata da diversi anni, passando inosservata da tutte le amministrazioni".

Meno di un anno fa, la causa dei cattivi odori era stata individuata nel depuratore di San Martino: dopo l'ennesima denuncia del Wwf, i carabinieri forestali avevano denunciato due persone, accusate di aver continuato ad esercitare attività di depurazione di rifiuti liquidi provenienti da terzi, nonostante la specifica sezione dell’impianto chimico-fisico, deputata proprio all’abbattimento delle esalazioni e dei vapori prodotti, non fosse più funzionante da diverso tempo.

Il Comune, che aveva chiesto all'Arta di compiere le analisi del caso per accertare la causa degli odori nauseabondi, aveva ringraziato le forze dell'ordine per l'impegno. Il Wwf, dal canto suo, aveva chiesto un intervento "energico" da parte del Comune, evidenziando che il problema non era stato risolto. 

E, in effetti, anche quest'anno i residenti dello Scalo tornano a vivere l'incubo di molte estati, senza riuscire a ottenere una soluzione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli odori nauseabondi tornano a invadere lo Scalo, cittadini costretti a tenere le finestre chiuse: "Vogliamo risposte"

ChietiToday è in caricamento