rotate-mobile
Attualità Vasto

Casi Covid in crescita a Vasto ma la postazione per i tamponi molecolari è chiusa da luglio

Gli utenti sono costretti ad andare a Lanciano. Il sindaco Menna: "È necessaria una postazione drive trough così come avviene in altri centri abruzzesi". Intanto prosegue lo screening nelle scuole

Mentre la curva dei contagi risale a Vasto, dove attualmente sono 79 i casi positivi al Covid negli ultimi giorni, gli utenti lamentano la mancanza di una postazione dove poter effettuare i tamponi moecolari in città. Il drive trough cittadino, aperto lo scorso gennaio e gestito da Asl e Arma dei carabinieri, è stato chiuso a luglio e oggi chi ha bisogno di sottoporsi a un tampone molecolare è costretto a spostarsi a Lanciano.

Il sindaco di Vasto ha evidenziato che è necessario affiancare allo screening una postazione drive trough così come avviene a Lanciano o in altri centri abruzzesi.

"Sono tante - evidenzia Francesco Menna - le persone che sono costrette a raggiungere altri Comuni, lontani dal nostro, per effettuare un tampone molecolare. È importante garantire alla cittadinanza e a tutto il comprensorio una postazione per i tamponi, soprattutto per consentire gli accessi ad alcuni esami in ospedale. Penso alle difficoltà economiche che sono costretti a vivere gli anziani, che spesso sono costretti a sostenere i costi per effettuare un tampone, o che non riescono a raggiungere altre città ed hanno la necessità di sottoporsi a dei controlli medici. Ribadisco a gran voce la necessità di una postazione a Vasto, così come è stata garantita fino all’estate scorsa”.

Nel frattempo a Vasto procede lo screening nelle scuole: all'istituto comprensivo 1 in settimana è stato registrato un solo positivo al Covid-19 su 460 test rapidi eseguiti agli alunni, genitori, insegnanti e collaboratori scolastici della scuola media di Via Madonna dell’Asilo.

“Sono state allestite  quattro postazioni - dichiara l’assessore con delega all’Istruzione, Anna Bosco - ed anche in questa circostanza, come nel precedente appuntamento della scuola Media Rossetti, è stata fondamentale la collaborazione con la Asl Lanciano Vasto Chieti, con il personale comunale, i volontari, il personale sanitario e con la dottoressa Anna Suriani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi Covid in crescita a Vasto ma la postazione per i tamponi molecolari è chiusa da luglio

ChietiToday è in caricamento