rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Vasto

Case popolari a Vasto, la Commissione affari generali approva la possibilità di venderle

E qualche spiraglio di speranza si apre anche per i residenti sgomberati dalla palazzina di via Pennaluce a Punta Penna: si potrebbe costruire una nuova struttura o procedere con una permuta

Eliminare il diritto di superficie sulle aree Peep (piani per l'edilizia economica e popolare) di cui è titolare il Comune di Vasto e consentire ai proprietari che intendono vendere la propria casa popolare di poterlo fare avendone la piena proprietà e quindi senza vincoli rispetto sia al diritto di superficie che al prezzo massimo di vendita.

È questa la proposta avanzata ieri, martedì 26 settembre, nel corso della commissione Affari generali presieduta dalla presidente Lucia Perilli. Il provvedimento è stato licenziato con il solo voto favorevole dei commissari di maggioranza Giuseppe Forte, Alessandro La Verghetta, Luigi Marcello, Maria Molino, Francesco Del Viscio e Giuseppe Napolitano e verrà approvato definitivamente nel corso del prossimo consiglio comunale.

«Si è superata così la normativa e il cavillo che rendeva difficile e oneroso - hanno evidenziato il sindaco Francesco Menna e l'assessore alle Politiche per l'edilizia residenziale pubblica, Paola Cianci – arrivare a cedere una casa popolare o in cooperativa. Un grande risultato che dimostra la vicinanza di questa amministrazione a coloro che con grande sacrificio hanno acquistato una casa e che oggi, essendo cambiate le loro esigenze abitative, possono venderle a prezzo di mercato. Ringraziamo sicuramente la presidente Lucia Perilli ed i commissari di maggioranza per il lavoro svolto. Ci auguriamo che anche le opposizioni siano sensibili all’argomento e votino favorevolmente al provvedimento in aula consiliare».

E restando in tema di case popolari, sembra che qualcosa potrebbe muoversi per i residenti della palazzina di via Pennaluce, sgomberata il 10 gennaio 2023 perché non più agibile. Si era inizialmente pensato di accedere ai fondi del Superbonus 110 per cento per eseguirne la ristrutturazione, ma i tempi stretti renderebbero impossibile questa soluzione.

Non è escluso, quindi, che si proceda con per vie più rapide e immediate, che potrebbero consistere nell'edificazione di una palazzina in un altro sito oppure in una permuta, che permetterebbe di cedere a un'impresa privata la struttura e acquistarne una abitabile.

In questo modo si risolverebbe in breve tempo l'esigenza abitativa dei residenti della palazzina ai civici 15 e 17 di via Pennaluce, consistente in 16 appartamenti di cui 13 di proprietà dell’Ater e 3 riscattati dagli inquilini. A tutti gli abitanti che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni, dopo lo sgombero sono stati assegnati altri alloggi di proprietà dell’Ater.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari a Vasto, la Commissione affari generali approva la possibilità di venderle

ChietiToday è in caricamento