menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti diventa "You Ask": la mappa d'Abruzzo in inglese è tutta da ridere

Tramite assonanze o traduzioni letterali nella lingua più parlata al mondo, la nostra regione viene ribattezzata "Hub Roots" nella cartina più condivisa sui social

Probabilmente non esiste teatino che, andando fuori, non si sia sentito dire "Chieti e ti sarà dato!". Oggi, quella storpiatura è stata addirittura tradotta in inglese nella simpaticissima e ingegnosa mappa dell'Abruzzo realizzata da "L'A L'Aquila", un gruppo di giovani aquilani che valorizza la propria città attraverso la promozione di eventi organizzati sul territorio, la vendita di gadget e la diffusione della cultura, usando un piglio ironico e creativo. 

E proprio usando l'ironia hanno creato la nuova mappa dell'Hub Roots (che per assonanza indica chiaramente l'Abruzzo), dove le quattro province e le località più famose della nostra regione assumono nomi nuovi, tramite una traduzione più o meno letterale in inglese o termini che ricordano quelli delle località. La cartina è ovviamente diventata super virale online, scatenando il divertimento dei tanti che l'hanno condivisa con gli amici.

Ecco allora che le quattro province diventano You Ask (Chieti, chiaramente), Th'Eagle (L'Aquila), To Fish (Pescara) e The Ram (Teramo). E, andando a scorrere i nomi provincia per provincia, la geografia diventa tutta da ridere. I comuni del chietino vengono ribattezzati in S. John Tea Teen (San Giovanni Teatino), Eat Country house (Villamagna), Guard Agree (Guardiagrele), Pen Feet Mount (Pennapiedimonte). 

Spostandosi sulla costa in questo divertente itinerario lungo la mappa, ci si può imbattere in Frank Villain (Francavilla), Or Tone (Ortona), Rock S. John (Rocca San Giovanni), Small Bull's Angry (Torino di Sangro), Casual Little Border (Casalbordino), Extended (Vasto), S. Safe (San Salvo). 

E, tornando nell'interno, ci sono anche Lance Anus (Lanciano), Phallus (Fallo), Bomb Lake (il lago di Bomba), Slaves of Hub Roots (Schiavi d'Abruzzo). 

Gli attenti geografi non hanno dimenticato nemmeno i confini della nostra regione, bagnata dal mare Adriatico, ma vicina a Brands (Marche), Lazy (Lazio) e Mole is (Molise). 

Naturalmente, sui social si è scatenata la gara a fornire suggerimenti per individuare le nuove località da inserire nella mappa, in continuo aggiornamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento