Solidarietà per gli studenti: la Caritas raccoglie materiale di cancelleria, pc e tablet usati da donare

Con la collaborazione dei negozianti teatini, l'obiettivo è tutelare il diritto allo studio dei ragazzi che vivono in famiglie in difficoltà economica

Immagine di repertorio

Spazio alla solidarietà con due iniziative della Caritas diocesana di Chieti-Vasto, la "Cancelleria sospesa" e "GifTecno sospeso", che permetteranno, a chi lo vorrà, di donare materiale di cancelleria o dispositivi tecnologici per i meno abbienti, per riuscire a  promuovere il diritto allo studio e a contrastare la povertà educativa.

Nel progetto della "Cancelleria sospesa", sono coinvolte librerie e cartolerie di tutta la città, dove sarà possibile acquistare quaderni, matite, pennarelli, penne, diari, colori e tutto il materiale che possa servire a scuola, da donare posizionandoli in un contenitore apposito. In seguito, tutta la cancelleria donata sarà raccolta dai volontari della Caritas e consegnata alle famiglie in difficoltà che si rivolgono ai centri.

Si può donare nei seguenti esercizi commerciali: Scuola di Atene, Cartoleria Smile Di D'Ettorre Piero, Un Tocco Di... Cartoleria di Tocco Daniela, Cartoleria Grafis scuola-ufficio, Libreria De Luca di De Luca Antonella, Ve. Ga. Copisteria Cartoleria, La Cartoleria di Colangeli Domenica, Cartoleria Volere Volare, Spazio Conad del centro commerciale Megalò.

Il progetto "GifTecno sospeso" prevede invece che chiunque possa donare pc, tablet o smartphone inutilizzati nel negozio Tuttufficio di Gianluca Scastiglia, in via Colonnetta 55/A. I professionisti dell'esercizio commerciale provvedranno alla formattazione di tutti i dati nel pieno rispetto delle leggi sulla privacy, a ricondizionare i dispositivi e a consegnarli poi alla Caritas Diocesana. Gli operatori della Caritas procederanno con la donazione a tutte le famiglie che ne avranno bisogno.

L’obiettivo dei due progetti è quello di eliminare il più possibile le distanze sociali, affinché non solo venga salvaguardato il diritto allo studio di ognuno bambino e di ogni ragazzo, ma anche che essi abbiano la possibilità di farlo con mezzi adeguati.

Nel periodo post-Covid, secondo dati diffusi dalla stessa Caritas, sono aumentate le richieste di aiuto da parte di famiglie in difficoltà nei centri.

Chi volesse chiedere ulteriori informazioni può rivolgersi agli uffici della Caritas Diocesana per telefono al 0871-330513 oppure via e-mail all'indirizzo cdacaritaschieti@diocesichieti.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento