Carenza idrica, l'Aca precisa: "L'Azienda ha preso in carico la rete nel 2017, già investiti 2 milioni"

Dopo il servizio di Striscia, Aca interviene sulla situazione idrica a Chieti

Dopo il servizio andato in onda su Striscia la notizia relativo alla carenza idrica a Chieti Scalo, problema che da anni attanaglia il capoluogo teatino, resi più evidenti dalla emergenza sanitaria, il gestore Aca interviene sul tema con una nota.

"Aca ha preso in carico la rete idrica di Chieti nel 2017 - sottolinea la presidente Giovanna Brandelli - e consapevole delle perduranti carenze sulla rete gestita in precedenza dal Comune, ha investito oltre 2 milioni di euro in meno di tre anni  per contrastare almeno una prima parte delle consistenti perdite idriche causate da una rete fatiscente e obsoleta: sono già in programma altri interventi per il monitoraggio non invasivo su tutta la rete, riparazioni puntuali e la sostituzione di intere porzioni di condotte allo Scalo. Un impegno arduo, - conclude - quello dell'ammodernamento di una rete, complicato dal dislivello di quota che induce a impiegare pompe e serbatoi importanti per portare acqua nella parte alta della città".

Carenza idrica, reti vetuste, dislivello di quota e mancanza di autoclavi sono le criticità con le quali si trovano a fare i conti quotidianamente i cittadini, 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In accordo con l'amministrazione comunale del sindaco Di Primio, in attesa di uno sblocco da parte della Asl delle procedure di attivazione di un nuovo punto di presa in sorgente, e di precipitazioni che vadano a reintegrare le acque di sorgenti e falde, ricordiamo - aggiunge Aca - che gli stabili di almeno tre piani devono avere l'autoclave per permettere gli accumuli. La parzializzazione delle portate notturne è una pratica che riguarda tutti i Comuni del gestore e che è sempre stata operata a Chieti. Acasta facendo continue verifiche sul territorio per rendere più mirata la calibrazione delle portate e venire incontro alle esigenze degli utenti - conclude -, in un momento in cui l'emergenza sanitaria ha accelerato la crisi idrica che già si prevedeva dopo un inverno senza piogge". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

  • Il Comune di Chieti procede con le assunzioni: 12 figure entro fine anno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento