Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Cagnolino ucciso a Filippone, dal Comune tolleranza zero per i padroni di animali lasciati incustoditi

Sindaco Ferrara e assessore Stella esprimono solidarietà ai padroni dell'animale e forniscono i contatti per segnalare situazioni di pericolo

Vicinanza ai padroni del cagnolino ucciso ieri e una serie di iniziative per evitare, in futuro, il ripetersi di episodi simili. Così, l'amministrazione comunale, dopo il brutto episodio accaduto a Filippone, dove due cani di grossa taglia hanno sbranato un esemplare più piccolo

“Vogliamo esprimere solidarietà e vicinanza alla famiglia proprietaria del cane che è stato aggredito e ucciso ieri a Filippone da due molossi in libertà”, dicono il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alla Sanità e alla Tutela del mondo animale, Fabio Stella.

“Ciò che è accaduto ieri non deve più ripetersi: sono troppi anche nella nostra città gli episodi di cani incustoditi che attaccano altri cani, ferendoli o uccidendoli – rimarca il sindaco Diego Ferrara - Accade perché spesso i proprietari di cani lasciano liberi i propri animali o li custodiscono in maniera impropria causando incidenti di questo genere. E non è una situazione tollerabile".

Da qui, l'invito ai cittadini di inviare le segnalazioni alla mail della polizia municipale centraleoperativa@comune.chieti.it, che è il modo per attivare formalmente gli interventi e la catena di enti preposti, oppure, nei casi più gravi ed emergenti chiamando direttamente il comando al numero 0871 42441.

“Quando ieri mattina abbiamo avuto notizia dell’accaduto, abbiamo contattato la polizia municipale per chiedere conferma dell’episodio increscioso e assumere altri dettagli sulla dinamica e sui dati del cane – dice l’assessore Stella – Approfondiremo i fatti, ma una cosa è certa, vanno messe in atto tutte le azioni di competenza del Comune per far sì che non si ripetano più aggressioni simili. Prima di tutto, sul lato sanzionatorio ci sarà tolleranza zero verso chi lascia animali incustoditi. Voglio ricordare che è possibile segnalare alla polizia municipale ogni animale vagante, nonché episodi di maltrattamento o altro. I cittadini possono anche segnalare direttamente anche al mio numero di telefono reperibile sul portale del Comune di Chieti. Ma non è tutto; mi attiverò per far inserire sulla home page del Comune un numero di telefono di riferimento a cui segnalare animali incustoditi e attivare nel più breve tempo possibile tutte le azioni necessarie e di competenza del Comune e degli enti preposti. Bisogna facilitare la possibilità di segnalazione per tutti i cittadini. Proprio per questo ho intenzione di promuovere un tavolo con le guardie zoofile, il Comune, la Asl e le associazioni di volontari per costituire una rete di riferimento per i cittadini".

"Troppo spesso - prosegue l'assessore - i cittadini che vogliono segnalare un animale incustodito si trovano di fronte all’impossibilità di portare a compimento la segnalazione per svariati motivi. Quindi è necessario creare un percorso facilitato per moltiplicare la possibilità di segnalare e rendere tempestivi gli interventi. Inoltre chiederò il supporto della Asl anche per fare formazione ai proprietari dei cani considerati a rischio, individuando anche una modalità per rilasciare un attestato che certifichi tale attività”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cagnolino ucciso a Filippone, dal Comune tolleranza zero per i padroni di animali lasciati incustoditi
ChietiToday è in caricamento