Attualità

Campagna vaccinale, il centrosinistra attacca la Regione: "Ora basta, siamo ultimi in Italia"

I consiglieri regionali Silvio Paolucci, Dino Pepe, Antonio Blasioli, Pierpaolo Pietrucci, Americo Di Benedetto, Sandro Mariani, Marianna Scoccia contro il piano vaccinale

“Tempi lenti, confusione, mancanza di certezze sul fronte dei vaccini". Il centrosinistra attacca la giunta regionale sulla politica vaccinale.

Secondo i consiglieri regionali Silvio Paolucci, Dino Pepe, Antonio Blasioli, Pierpaolo Pietrucci, Americo Di Benedetto, Sandro Mariani, Marianna Scoccia la campagna non sta rispondendo a dovere alle esigenze della popolazione in piena pandemia. I consiglieri hanno sottolineato che il rapporto dosi somministrate/popolazione è oggi pari al 4,28%, mentre quelli persone vaccinate/popolazione è pari al 1,55%, dati che collocano l'Abruzzo all'ultimo posto.

"La grande sfida - ha dichiarato in conferenza stampa il capogruppo Silvio Paolucci - era quella di arrivare al 70% di vaccinati ma invece siamo ultimi in Italia. Una giunta lenta e sempre ultima sulle grandi sfide. Appena il 64% delle dosi assegnate sono state somministrate. Sapete che c'è una fase una e due e per questo le nostre proposte sono diverse. Chiediamo soprattutto che al prossimo consiglio regionale convocato sul nulla, si parli delle fasi uno e due della vaccinazione, ovvero delle manifestazioni di interesse e delle vaccinazioni dove, come quando. Vogliamo sapere quali tipi di accordi si hanno in essere con le farmacie per velocizzare il piano vaccinale. Di questo passo arriveremo al 2024".

L'opposizione chiede di sapere "quali sono i centri vaccinali, qual è il personale sanitario che vaccina e quale è la campagna forte di comunicazione che si vuole mettere in campo perché solo la metà degli over 80 è stata in piattaforma. Si comunica su tutto e non sui vaccini. Nel Consiglio del 23 febbraio si parli di questo e non del nulla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna vaccinale, il centrosinistra attacca la Regione: "Ora basta, siamo ultimi in Italia"

ChietiToday è in caricamento