rotate-mobile
Attualità Lama dei Peligni

Cammino della linea Gustav: due settimane di tempo per le modifiche al tracciato

Il parco nazionale della Maiella chiede collaborazione ai Comuni per implementare il nuovo tragitto turistico per la pace che attraversa il versante orientale del geoparco

Due settimane di tempo per le modifiche al tracciato del cammino della linea Gustav, il tragitto turistico per la pace che unirà la costa abruzzese con il mar Tirreno,attraversando anche uno dei parchi nazionali più belli di Italia.
Il parco nazionale della Maiella chiede collaborazione ai Comuni per implementare il cammino della linea Gustav

“Il parco ha forza di coordinamento ed è da supporto ai singoli comuni che da soliavrebbero maggiori difficoltà nella progettazione di un’offerta turistica che presenti la complessità culturale nella sua totalità. A maggio si farà una prima inaugurazione che includerà i sentieri già in uso e sarà velocemente implementata da nuovi tratti. La narrazione è quella della linea del fronte della seconda guerra mondiale, da raccontare non solo come zona in cui ci sono state commesse le brutalità della guerra ma anche linea di pace. Oggi quello che chiediamo ai Comuni è soprattutto un lavoro per agevolare l’ampliamento dell’offerta ricettiva in questi luoghi” ha spiegato durante l’incontro dello scorso 28 marzo a Lama dei Peligni l’architetto Lucio Zazzara, presidente dell’ente, introducendo il progetto a cui stanno collaborando anche il Gal Costa dei Trabocchi, e il Gal Maiella Verde.

“Il Ministero del turismo – ha aggiunto John Forcone dell’Ufficio promozione del parco - sta incentivando una politica dei camminisulla scia dell’ormai decennale successo del Cammino di Santiago. La logica a cui aderire è quelladi un percorso che, nella sua totalità, abbia tratti asfaltati al di sotto del 40%. Inoltre le modifiche dovranno essere contemplate in modo che la manutenzione sentieristica non risulti complessa e rispondi ai desideri del viaggiatore. Noi ragioneremo sui punti tappa partendo dall’esperienza del cammino grande di Celestino. Infatti, ci siamo resi conto, cheper essere fruibile dall’ospite, l’esperienzanon deve superare la fase temporale di una settimana. Inoltre l’Ente lascia aperta, ai comuni non inclusi nel tracciato, la possibilità di entrare a farne parte”. 

Il tracciato attuale presentato dall'ente a Lama dei Peligni è composto da tre itinerari: quello di trekking di montagna per i più esperti, quello adatto ai camminatori meno esperti e quindi con un dislivello minore da affrontare e uno per chi vuole vivere un’esperienza su due ruote. Il tutto nell’ottica della strategia europea orientata ad un turismo sostenibile. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cammino della linea Gustav: due settimane di tempo per le modifiche al tracciato

ChietiToday è in caricamento