menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buon compleanno piccola Noemi, principessa luminosa - LA LETTERA

La piccola Noemi Sciarretta di Guardiagrele domenica 31 maggio compie 8 anni

Cresce la piccola Noemi, la bimba di Guardiagrele che lotta contro la Sma1, patologia neuromuscolare degenerativa di cui è affetta dalla nascita.

Un traguardo straordinario, un risveglio luminoso, il papà Andrea Sciarretta, presidente della onlus Progetto Noemi, ha scritto una lettera per raccontare ciò che la piccola guerriera Noemi trasmette.

"Ciao, io sono Noemi. Sono nata il 31 maggio 2012 coronata dal amore di mamma e papà. Un parto gioioso in cui ho trasmesso fin dal primo istante la magia della vita. Apparentemente sana, a 3 mesi ho iniziato ad avere difficoltà nei movimenti.

Dopo una visita di approfondimento il 17 ottobre del 2012 mi è stata diagnosticata l’atrofia muscolare spinale di tipo uno(Sma1), una malattia genetica rara neuromuscolare degenerativa. Piano piano ho iniziato a perdere i miei piccoli movimenti, la possibilità di mangiare, di assaporare, di respirare. Il mio corpo è divenuto più debole ed io ho iniziato a lottare con tenacia affinché la mia esistenza diventasse testimonianza di amore e forza per ognuno di noi".

La Sma, nel tempo, ha cercato in tutti modi di fermare questa bimba così piccola, ma lei e la sua famiglia non si sono mai abbattute.

Ho capito semplicemente che la vita è un dono straordinario, essa deve essere vissuta senza mai arrendersi. La mia esistenza è divenuta un sacrificio per tutti. I miei genitori, il mio fratellino, tutte le persone che mi sono accanto vivono insieme a me questa disabilità. Ci siamo uniti di fronte alla difficoltà, formando un unico cordone  di protezione.Vivere insieme, superando gli ostacoli.  I miei occhi, il mio sorriso, sono il valore inestimabile dell’essere vivi. Attraverso essi ho chiesto alla mia mamma, al mio papà, di prendermi per mano. Costruire  un progetto di vita. In verità, non so cosa sia la disabilità. Mi sento semplicemente una bambina piccola che deve ancora crescere.  Piano piano, Ho chiesto ai miei genitori, amici, di adoperarsi per me, per tutti i bimbi.  Di accrescere l’unicità dell'essere vivi. Desidero tanto guarire, poterli abbracciare, correre tra le loro braccia. Li ringrazio attraverso il sorriso, alla luce presente miei occhi . Con la mia voce, i miei piccoli scherzi, i miei quadri. La vita è bella voglio stare sempre con la mia famiglia". 

"Ho imparato a non arrendermi di fronte alla poca attenzione" prosegue la lettera.

"Ho conosciuto molte persone che sono venute a salutarmi, trovarmi.  C’è chi rimane accanto a me , altre  sono ancora alla ricerca della propria strada. La vita ci pone di fronte ostacoli insormontabili. È con il coraggio che possiamo superarli. Il più grande sbaglio, molte volte, deriva da noi stessi.  Credere  che sia meglio ignorare che lottare. 

I miei,  Sono  anni di rispetto per la  vita , oltre ogni cosa . Senza pietismo, semplicemente con la purezza di lottare per un ideale che ognuno detiene. Credere nel progetto di Noemi. L’ascolto, l’attenzione , adoperarsi per chi non può essere in grado di farlo.  In fin dei conti , sono semplicemente una bimba che ,come tutti, ha i propri sogni. Anche se immobile possono divenire realtà attraverso le braccia degli altri. Ora, Sta a noi  accrescerne la consapevolezza. Soprattutto in coloro che ne detengono la possibilità, senza risparmiarsi. Battersi  fin dal principio ,senza alcuna paura. Con coraggio e dedizione".

Tanti auguri piccola guerriera!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento