Attualità

Bollette "pazze" per il servizio idrico: tariffe salate e voci di spesa poco chiare

Continuano a far discutere le fatture dell'Aca e il gruppo consiliare di Chieti Viva sta raccogliendo testimonianze per un'interpellanza

Bollette "pazze" e poco trasparenti. Tornano a far discutere le bollette del servizio idrico gestito dall'Aca. Moltissimi utenti teatini, infatti, in questi giorni si sono visti recapitare conti molto salati e voci di spesa di difficile comprensione. 

Una situazione che si era già verificata negli anni scorsi, da quando, nel 2017, la gestione idrica è passata dal Comune di Chieti all'Azienda acquedottistica, in esecuzione dell'obbligo sancito da una legge regionale. 

La denuncia arriva dal consigliere comunale di Chieti Viva, Giampiero Riccardo, che commenta: "È ormai diventata una consuetudine ricevere bollette con una differenza abissale tra l'effettivo consumo e le richieste di pagamento, con conguagli poco chiari o con periodi di riferimento già saldati".

"Tutto ciò è ormai diventato intollerabile - incalza - ancor di più considerata la pandemia. Siamo al paradosso: da un lato la zona rossa per fermare i contagi, dall’altro l’Aca costringe i cittadini ad uscire e mettersi in coda presso il proprio ufficio di via delle Robinie per avere chiarimenti sulle varie voci in bolletta. Non è così che si gestisce un servizio pubblico".

Il gruppo consiliare sta raccogliendo proteste e testimonianze documentali per presentare un'interpellanza al Comune così da risolvere, una volta per tutte, un problema che si ripresenta a cadenza regolare. 

"L'auspicio - conclude Riccardo - è che l’amministrazione Ferrara intervenga immediatamente per chiedere spiegazioni direttamente all'Aca, così da possano tranquillizzare i tantissimi cittadini convinti di dover reagire in modo commisurato a quella che a loro appare come una vera e propria ingiustizia". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette "pazze" per il servizio idrico: tariffe salate e voci di spesa poco chiare

ChietiToday è in caricamento