Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

La sanità territoriale al centro del Blended Intensive Programme, la rassegna all'università d'Annunzio

Un'occasione per unire la cultura italiana a quella di Paesi partner con cui l'ateneo ha stipulato accordi nell'ambito del programma Erasmus

Da lunedì 17 a venerdì 21 giugno, nel campus di Chieti dell’università degli studi Gabriele d’Annunzio, si svolgerà la parte in presenza del Blended Intensive Programme (Bip). Il titolo dato al Bip è The multidisciplinary role of Health Care Professionals in integrated care between hospital and territory.

Il meeting verrà aperto lunedì 17 giugno, alle 11, nell’aula 11 del nuovo polo didattico del campus universitario dci Chieti, dai saluti del magnifico rettore, Liborio Stuppia. Il Bip prevede una modalità mista di svolgimento delle attività: in presenza nel campus di Chieti, dal 17 al 21 giugno, e online nel mese di luglio, sulla piattaforma Microsoft Teams. Le attività teoriche/pratiche saranno finalizzate a potenziare le competenze professionali in scenari critici attraverso l'utilizzo di simulatori ad alta fedeltà e successiva adeguata formazione certificata.

Coordinatrice del progetto è la professoressa Gabriella Mincione, presidente del corso di laurea in Infermieristica della d’Annunzio, con il supporto della professoressa Giulia Renda, referente Erasmus del Corso. Bip ha come obiettivo principale quello di realizzare un'esperienza di studio internazionale e sviluppare competenze tecnologiche in ambito sanitario. Gli argomenti, che verranno affrontati da docenti dell'ateneo, ruotano attorno alla riforma della sanità territoriale, quali: Casa della Comunità, Centrale operativa 116117, Centrale Operativa Territoriale-COT, Infermiere di Famiglia e Comunità, Unità di continuità assistenziale, Assistenza domiciliare, Ospedale di Comunità, Rete delle cure Palliative, Servizi per la salute dei minori, delle donne, delle coppie e delle famiglie, Telemedicina. I relatori stranieri porteranno l’esperienza dei Paesi di provenienza.

Sia le lezioni in presenza sia quelle online si svolgeranno in lingua inglese. Le università che hanno dato la propria adesione sono: Cumhuriyet University (Türkiye), Klaipeda University (Lithuania), Calisia University-Kalisz (Poland) ai quali si è aggiunta la Western Balkan University di Tirana (Albania). 

Ricevi le notizie di ChietiToday su Whatsapp 

“Il Bip - spiega la professoressa Mincione, coordinatrice del progetto - è una grande opportunità per unire la nostra cultura a quella di Paesi partner con cui abbiamo stipulato accordi nell'ambito del programma Erasmus, grazie al coordinamento del dottor Glauco Conte, responsabile del settore internazionalizzazione ed Erasmus della d’Annunzio e del suo staff. Una opportunità di interesse rilevante, nell’ambito delle attività previste - aggiunge la professoressa Mincione - viene dalla disponibilità da parte di Vero Michitelli, direttore generale della Asl di Pescara, nonché del suo direttore aziendale, Francesca Rancitelli e del direttore sanitario Rossano Di Luzio, di accogliere sia i 17 studenti e i 5 docenti delle università partner sia gli studenti del corso di laurea in Infermieristica dell'università degli studi Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara nel centro di formazione aziendale Easc (Emergency Advanced Simulation Center), il cui coordinatore scientifico è il dottor Aurelio Soldano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sanità territoriale al centro del Blended Intensive Programme, la rassegna all'università d'Annunzio
ChietiToday è in caricamento