Attualità

Bilancio positivo per il progetto "Scuole sicure": conoscenza e prevenzione sulle tossicodipendenze

A Chieti arrivano le telecamere anti-spaccio collocate nelle zone di aggregazione, alla villa comunale, piazza G.B. Vico, piazzale Marconi e in prossimità delle scuole

Bilancio positivo per il progetto di conoscenza e prevenzione sulle tossicodipendenze denominato “Progetto scuole sicure” che unisce Comune e Polizia Municipale, con la collaborazione della Prefettura di Chieti, per la tutela dei giovani cittadini nel contrasto all’uso delle sostanze stupefacenti. Nella giornata di ieri si è svolto l’evento conclusivo all’auditorium Cianfarani della Civitella che ha radunato tutte le parti del progetto, ragazzi compresi, sia per mostrare i lavori realizzati dagli alunni di tutte le scuole superiori cittadine che hanno partecipato, che per relazionare sugli aspetti tecnici della progettazione, finanziata con fondi dei ministeri dell’Interno e dell’Economia e Finanze e realizzata con la sinergica collaborazione di Prefettura e Asl 2. Dati, politiche di prevenzione e anche tante emozioni sono affiorate dalla manifestazione, soprattutto grazie all’apporto dei giovanissimi interpreti del progetto, che hanno saputo fondere tematiche sociali a quelle culturali, cogliendo l’occasione di attraversare l’argomento sensibile di Scuole Sicure, anche attraverso la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante.

"Abbiamo portato avanti incontri formativi anche se in videoconferenza a causa della pandemia - ha detto la comandante della polizia municipale di Chieti, Donatella Di Giovanni - ed è stato bello interagire con i ragazzi delle scuole superiori in modo importante e significativo grazie anche alle forze di polizia e al coordinamento del questore che ci ha permesso di fare controlli con le unità cinofili nelle scuole e nei luoghi aggregazione dei ragazzi".

L’evento rientrava tra le attività legate alla Giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illecito di droga che si celebra il 26 giugno, il progetto infatti è parte delle attività istituzionali finanziate dai ministeri dell'Interno e dell'Economia, per il tramite della prefettura. Nell’occasione è stato presentato il sistema di videosorveglianza progettato insieme al Servizio comunale di Ingegneria del territorio e innovazione digitale e Smart City per prevenire lo spaccio ai danni degli adolescenti. La centrale operativa sarà al comando della polizia municipale e sarà attivata a breve.

"Per la prima volta – ha detto la comandante – riusciamo ad avere a Chieti delle telecamere che sono collocate nelle zone di aggregazione, alla villa comunale, piazza G.B. Vico, piazzale Marconi e in prossimità delle scuole".

Preziosa è stata la collaborazione della Asl 2 che con il Ser.D, guidata dalla dottoressa Paola Fasciani, ha supportato il lavoro di conoscenza sulle dipendenze, approfondendo il tema Neuroscienze, dipendenze e libertà. A coordinare gli incontri con le scuole è stato Antonello Angiolillo, direttore artistico del progetto.

"La parte artistica a cui hanno avuto accesso i ragazzi è stata importantissima perchè - ha spiegato Angiolillo - nei loro lavori hanno espresso il proprio punto di vista. Un'esperienza di coinvolgimento da ripetere - ha concluso il direttore del progetto - e un modello da utilizzare anche in altre attività nelle scuole".

"Ringraziamo - ha commentato il sindaco Diego Ferrara la prefettura e anche la Asl per la sinergia profusa allo scopo, tanto delicato anche perché i destinatari del progetto sono i nostri giovani. L'anno trascorso attribuisce un valore ancora maggiore alle attività portate avanti secondo le modalità che la pandemia ha imposto alla nostra vita lavorativa, didattica, istituzionale e anche relazionale. Ringrazio anche le scuole superiori cittadine che hanno recepito la finalità e non hanno fatto mancare la propria collaborazione, seguendo, con i ragazzi, un percorso formativo e informativo che qualifica la nostra Polizia Municipale e le azioni svolte proprio sulle scuole sulla scorta del progetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio positivo per il progetto "Scuole sicure": conoscenza e prevenzione sulle tossicodipendenze

ChietiToday è in caricamento