menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Befana della Biodiversità: i carabinieri forestali tra i piccoli pazienti di Pediatria

La giornata dell'Epifania in reparto sarà allietata dai militari, che porteranno i bimbi alla scoperta della biodiversità dei nostri ecosistemi naturali

Lunedì 6 gennaio, nel giorno dell’Epifania, i reparti Biodiversità dei Carabinieri organizzano in tutta Italia una giornata speciale dedicata all’educazione ambientale ed alla solidarietà con i piccoli degenti dei reparti pediatrici degli ospedali civili compresi nel loro raggio d’azione.

A Chieti, l'appuntamento è nel reparto di Pediatria del Santissima Annunziata dove, a partire dalle ore 15, il personale addetto all’educazione ambientale del reparto Biodiversità di Pescara, coadiuvato dal personale del gruppo carabinieri Forestale di Chieti, sarà accanto ai bambini per scoprire insieme la bellezza della biodiversità dei nostri ecosistemi naturali, con i loro animali particolari e le loro bellissime piante, fondamentali anche per la vita di tutti noi.

Ai bimbi, come da tradizione, verranno regalati piccoli oggetti  che richiamano gli elementi naturali. Tra questi le opere realizzate dai ragazzi del liceo artistico “Misticoni  Bellisario”, istituto scolastico che collabora a diverse iniziative del reparto Biodiversità di Pescara.

Attraverso attività ed esperienze di educazione ambientale, i Carabinieri faranno vivere la biodiversità sulla loro pelle ai piccoli partecipanti, attraverso l’attivazione di tutti e cinque i loro sensi. I bambini si sentiranno realmente parte degli ecosistemi, si avvicineranno alla conoscenza della biodiversità e si innamoreranno della natura, maturando così uno spontaneo rispetto ed una profonda coscienza dell’importanza della conservazione degli equilibri ecologici che reggono tutta la vita del nostro pianeta, coscienza che è anche alla base di un’efficace prevenzione dei comportamenti negativi a danno degli ecosistemi.

Gli interpreti ambientali dei Carabinieri sono normalmente impegnati nelle 130 riserve naturali statali gestite in tutta l’Italia, dove sono quotidianamente a disposizione del pubblico nei centri visite, e seguono, durante tutto l’anno scolastico, migliaia di studenti delle scuole elementari, medie e superiori  nell’ambito dei progetti nazionali di educazione ambientale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento