Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Riaprono quattro bagni pubblici in centro e allo Scalo, dal Comune l'invito ad averne cura

I diurni, igienizzati quotidianamente, saranno accessibili ogni giorno, dalle ore 8 alle 18 e quando Chieti uscirà dalla zona rossa, torneranno operativi a pieno regime

Sono stati riaperti quattro bagni pubblici nel centro di Chieti e allo Scalo. Sono infatti terminati i lavori di ripristino per i diurni in piazza San Giustino, piazza Malta, villa comunale e piazzale Marconi.

I bagni saranno accessibili ogni giorno, dalle ore 8 alle 18. Quando Chieti uscirà dalla zona rossa, torneranno operativi a pieno regime. I locali saranno igienizzati ogni giorno per consentirne l'uso in sicurezza. 

Questa mattina, ci sono stati i sopralluoghi del sindaco Diego Ferrara e dell’assessore ai Lavori pubblici Stefano Rispoli.

“Siamo molto soddisfatti - commentano - di aver restituito alla città servizi che la comunità chiede da tempo e che per anni sono rimasti chiusi e trascurati. Il recupero della fruibilità dei bagni pubblici era uno dei primi impegni presi appena insediati e che abbiamo portato avanti con gli uffici tecnici comunali, per arrivare il prima possibile alla riapertura. Così, tornano operativi 4 dei 5 bagni pubblici, la cui funzionalità innanzitutto restituisce decoro a Chieti, eliminando un problema igienico che riguarda diverse zone cittadine, soprattutto quelle più coperte o lontane dalla pubblica vista".

Resta al momento chiuso il diurno di piazza Garibaldi, che richiede un intervento più complesso per il ripristino degli scarichi, ma i tecnici comunali sono già al lavoro.

"È anche una questione di qualità dei servizi che un capoluogo deve offrire ai cittadini - dicono il sindaco e Rispoli - a chi ogni giorno sceglie la nostra città, nonché alle categorie che lavorano in strada per lungo tempo e che in questi anni hanno vissuto il disagio derivante dalla mancanza da parte del Comune della capacità di risolvere in modo concreto quello che è stato vissuto come un vero problema".

Per consentire l'uso in sicurezza a tutti dei bagni pubblici, gli amministratori invitano "chi ne farà uso non solo di trattarli come propri, ma lasciarli in buone condizioni igieniche e non danneggiarli, in modo che possano avere una lunga vita. Attenzioni che dovranno essere aggiunte a quelle dovute alla pandemia, quindi non solo la pulizia, ma anche il necessario distanziamento e la fruibilità in sicurezza, che sono condizioni imprescindibili per farli restare aperti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaprono quattro bagni pubblici in centro e allo Scalo, dal Comune l'invito ad averne cura

ChietiToday è in caricamento