menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partono i centri estivi per l'infanzia del Comune di Ortona: ecco come fare domanda

Sono previsti tre turni di frequenza di 15 giorni ciascuno, dalle ore 8 alle 13, tra il 6 luglio e il 14 agosto

Partono lunedì 6 luglio i centri estivi per l'infanzia organizzati dal Comune di Ortona, nell’ambito degli interventi previsti per sostenere le famiglie in questo periodo di emergenza epidemiologica. L’intervento elaborato dal settore sociale dell'ente, in collaborazione con le cooperative sociale Praticabile e Leonardo Progetti Speciali, prevede l’impegno di 57mila euro ripartiti dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni nell’ambito dei fondi nazionali stanziati attraverso il DL 34/2020.

Sono previsti tre turni di frequenza di 15 giorni ciascuno, dalle ore 8 alle 13, tra il 6 luglio e il 14 agosto.

Sul sito del Comune è pubblicato l’avviso con la relativa documentazione e modulo di domanda per la richiesta di iscrizione ai centri estivi di bambini e bambine con età compresa tra 0 e 11 anni compiuti. I centri si articolano su tre strutture comunali, individuate nell’asilo d’infanzia Antonio Gramsci per i bambini da 0 a 3 anni, che può contenere massimo 15 iscritti a turno; la struttura per l’infanzia a Fonte Grande, in via Padre Leonardo Palombo, per la fascia d’età compresa tra 3 e 5 anni, con una capienza massima di 15 iscritti; per i bambini da 6 a 11 anni, le attività si terranno nella scuola di via Costantinopoli, con un numero massimo di 28 iscritti per ogni turno.

Per ulteriori informazioni si può contattare l'ufficio Informagiovani, al numero 085.9066323. 

"Abbiamo organizzato questo servizio estivo – sottolinea l’assessore al Sociale Ilaria Ortolano – pensando soprattutto alle esigenze dei genitori, impegnati con il lavoro, e dei ragazzi che dopo il periodo di lockdown, riprendono con tutte le accortezze e il rispetto delle misure di prevenzione, le attività di socializzazione e ricreative. Nei centri, che si svolgeranno in tre strutture scolastiche comunali, divise a seconda dell’età dei bambini, le attività ludico-ricreative inizieranno alle 8 per poi proseguire fino alle 13, con modalità di ingresso e uscita contingentate. Quindi sarà impegnata la sola mattinata e non è previsto il pasto. La compartecipazione finanziaria richiesta alle famiglie, di complessivi 40 euro per ogni turno, potrà essere rimborsata dall’Inps secondo le disposizioni nazionali introdotte per l’emergenza covid".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento