Attualità

Caos su autostrada A14: sospensione dei cantieri nei fine settimana a partire dalla metà di giugno

L'accordo è stato raggiunto a seguito dell'incontro tra il ministero delle Infrastrutture, società Autostrade e le Regioni Abruzzo e Marche

Un incontro positivo quello tra il ministero delle Infrastrutture, società Autostrade e le Regioni Abruzzo e Marche sulla questione A14. Tra cantieri, code e caos quotidiano era urgente trovare una soluzione, individuata nella sospensione dei cantieri nei fine settimana a partire dalla metà di giugno.

I lavori in corso nel tratto dell’autostrada A14 da Porto Sant’Elpidio a Pescara a causa dei cantieri aperti per la sistemazione di 10 gallerie (7 nelle Marche e 3 in Abruzzo), stanno provocando da tempo forti disagi a operatori economici e turisti che transitano sulla dorsale medio-adriatica.

Il presidente della Regione, Marco Marsilio ha dichiarato: “In vista della stagione estiva va trovato il sistema per ridurre i disagi, chiudendo i cantieri meno indispensabili e evitando i lavori negli altri cantieri durante il fine settimana, al fine di evitare le code soprattutto con il previsto esodo estivo. Ho avanzato anche la richiesta di abbassare i costi del pedaggio e su questo punto Aspi ha risposto che sta valutando in merito".

Altra richiesta avanzata da realizzare nel medio periodo è la realizzazione della terza corsia a sud di Porto Sant'Elpidio.

"Per quanto riguarda la realizzazione della terza corsia ho ricordato l’impegno che era stato preso dall’allora ministro De Micheli e che adesso deve essere trasformato in priorità. Questo anche alla luce di uno studio sperimentale sull’indice di rischio del tratto tra Giulianova e Pescara che ha messo in evidenza che è un’autostrada vecchia, che è necessario un intervento radicale e che quindi la terza corsia diventa il punto di partenza per disegnare un nuovo tracciato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos su autostrada A14: sospensione dei cantieri nei fine settimana a partire dalla metà di giugno

ChietiToday è in caricamento