Fase 2, la nuova autodichiarazione per fare visita ai congiunti

La nuova autodichiarazione per fare visita ai congiunti è utilizzabile dal 4 maggio, ovvero l’inizio della fase 2

È stata rilasciata dal Ministero dell’Interno, nel tardo pomeriggio di oggi, 3 maggio, la nuova autodichiarazione per fare visita ai congiunti utilizzabile dal 4 maggio, ovvero l’inizio della fase 2.

Cosa cambia rispetto al modello precedente? In realtà ben poco. La dichiarazione è rimasta quasi identica ma sul fondo compaiono delle righe bianche, dove attestare la visita a un parente o un affetto stabile.

Il Governo ha quindi preferito la strada della conferma dell'ultima versione, con la sola aggiunta a penna della visita a un parente o un affetto stabile. E, nello specifico, Palazzo Chigi ha precisato che anche i fidanzati stabili sono da considerarsi congiunti.

“S'intendono per i prossimi congiunti gli ascendenti, i discendenti, il coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti, tuttavia sarebbero esclusi per ora gli amici contrariamente a quanto precedentemente comunicato. Resta ancora da chiarire come saranno contemplati i "fidanzati" e in che modo si costituisce un "rapporto stabile".

Il cittadino che intende spostarsi per incontrare, rispettando sempre il divieto di assembramento e garantendo il distanziamento utile per evitare il contagio da Coronavirus, dovrà semplicemente scrivere nelle note: visita al congiunto.

In ogni caso rimarrà anonimo il nome del congiunto da scrivere sull'autocertificazione, quindi non occorre assolutamente indicare la persona che si va a trovare.

Per praticità:

si può utilizzare la precedente dichiarazione, barrando le voci non più attuali;

In alternativa, si può scaricare il nuovo modulo dell’autocertificazione della fase 2 qui;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E, ancora, l'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento