I chietini rispettano le norme anti Covid, ma il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza aumenta i controlli

Stamani la riunione per fare il punto dopo l'emanazione del nuovo Dpcm: è emerso che i contagi da Coronavirus sono limitati nel territorio della provincia

Le forze dell'ordine aumenteranno i servizi di controllo e vigilanza sul rispetto delle misure di contenimento della diffusione del contagio da Covid 19. 

È quanto deciso al termine del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che si è tenuto stamani in prefettura, presieduto dal prefetto Armando Forgione. L'incontro è stato convocato per l’attuazione delle recenti direttive del presidente del consiglio dei ministri per il contenimento e la gestione dell’emergenza da Covid-19 in provincia.

Oltre al prefetto e al questore Annino Gargano, nonché ai responsabili delle Forze dell’Ordine, hanno preso parte alla riunione i sindaci di Chieti, Lanciano e Vasto.

Nel corso dell’incontro, sono state ribadite le specifiche competenze in capo ai sindaci e alle forze dell’ordine, che opereranno in pieno raccordo e sintonia per fronteggiare l’attuale fase della pandemia.

Dall’esame dei dati riferiti in merito ai controlli effettuati nelle ultime settimane in territorio provinciale, è emersa una situazione soddisfacente circa comportamenti responsabili sia da parte della popolazione che degli esercizi commerciali e imprenditoriali, riguardo all’osservanza delle misure sanitarie di prevenzione. Analoghi riscontri in termini di adeguamento alle prescrizioni volte alla limitazione del contagio sono stati riferiti nell’ambito del trasporto pubblico locale.

La prosecuzione di questo livello di positiva sinergia e raccordo tra l’azione dissuasiva dei controlli e il senso di responsabilità civica di ciascuno favoriscono il contenimento della curva pandemica su tutto il territorio provinciale.

Nel corso della riunione si è parlato anche del grave episodio di violenza avvenuto sabato sera a Lanciano. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di individuare e denunciare i responsabili e le forze dell'ordine hanno riferito che l'episodio non attiene alla movida, tanto più che si è verificato in un luogo isolato. 

A conclusione della seduta, il comitato ha stabilito la prosecuzione, con gli attuali livelli di attenzione e incremento, dei servizi di controllo e di vigilanza sul rispetto delle misure di contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, ribadendo l’efficacia dell’azione delle forze di polizia congiunta alla collaborazione delle amministrazioni locali, con l’apporto del senso di responsabilità della popolazione e del settore imprenditoriale.

Sull’esito e le risultanze della riunione, si procederà a diramare apposita circolare a tutti i sindaci della provincia, unitamente alle recenti direttive ministeriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

Torna su
ChietiToday è in caricamento