rotate-mobile
Attualità Fossacesia

Atti vandalici: chiusi i bagni pubblici dell'abbazia di San Giovanni in Venere

Lo ha deciso il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, dopo il sopralluogo di questa mattina

I bagni pubblici dell’area monumentale di San Giovanni in Venere resteranno chiusi nei giorni di Pasqua e Lunedì dell’Angelo. A farlo sapere è il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, dopo il sopralluogo di questa mattina con Luigi De Simone e in contatto con il responsabile del Settore comunale, Alessandra Ferrante, nel corso del quale sono stati rilevati danni al servizio dovuti ad atti vandalici.

“Non è la prima volta che accade – dice Di Giuseppantonio – danneggiamenti si erano verificati in passato e per rimettere a posto i servizi igienici abbiamo dovuto far fronte a una considerevole spesa, prelevata dalle casse comunali. Non solo: un esborso ulteriore di denaro pubblico si è avuto per pagare alla Sasi il consumo eccessivo d’acqua provocato dai soliti ignoti che avevano rotto i rubinetti dei lavabi presenti nella struttura”.

Insieme all'ingegner Ferrante il primo cittadino ha "deciso quindi di chiudere l’accesso ai bagni in quanto non è stato possibile reperire personale in grado di riparare i danni provocati in queste ultime ore ai servizi. È un danno d’immagine per Fossacesia. Dell’accaduto ho informato i carabinieri della locale stazione perché svolgano le indagini del caso e riescano a identificare gli autori dei danneggiamenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti vandalici: chiusi i bagni pubblici dell'abbazia di San Giovanni in Venere

ChietiToday è in caricamento