rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Scontro a fuoco al banco check in: simulato un attacco terroristico all'aeroporto d'Abruzzo

L'esercitazione anti terroristica è stata gestita dalla polizia di frontiera

Il banco check in preso d'assalto dai terroristi, lo scontro a fuoco e l'intervento immediato delle forze dell'ordine a impedire il peggio: è lo scenario della simulazione di un attacco terroristico che si è tenuta oggi all'aeroporto d'Abruzzo. Un'esercitazione svolta nell'ambito del programma previsto due volte l'anno e finalizzato a verificare l'efficienza dell'apparato istituzionale in risposta agli attacchi terroristici.

La simulazione ha coinvolto la polizia di frontiera, la guardia di finanza, i vigili del fuoco, le guardie giurate, la Dogana, l'Enac, l'Enav e il personale della Saga. A coordinare il tutto c'era il vicequestore aggiunto della polizia di Frontiera, Dino Petitti.

Nel dettaglio, come spiega una nota della Saga, "l'esercitazione ha visto la simulazione di uno scontro a fuoco al banco check in, aperto dai terroristi. Il primo intervento dunque è stato gestito da polizia di frontiera, guardia di finanza e guardie giurate, che hanno messo in sicurezza l'aeroporto e contrastato la minaccia terroristica, disarmando gli attentatori e bonificando l'area. Contestualmente è stata immediata la risposta di Enac e Saga che in accordo con l'Enav hanno simulato la chiusura dello spazio aereo.

L'esercitazione - conclude la nota - è avvenuta nel rispetto della normativa anti Covid al fine di evitare assembramenti e contatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro a fuoco al banco check in: simulato un attacco terroristico all'aeroporto d'Abruzzo

ChietiToday è in caricamento