menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ambientalisti contro le lanterne volanti di Francavilla: Plastic free prepara un esposto contro gli organizzatori

"Iniziative del genere - denuncia l'associazione - mettono a rischio gli animali e l'ambiente a causa degli incendi e dello smaltimento di materiale inquinante"

Si chiama La notte delle lanterne volanti l'evento in programma a Francavilla al Mare per la sera del 14 luglio. Una manifestazione che consiste nell'accendere con il fuoco e far volare le cosiddette lanterne cinesi, fatte di carta e plastica. Da tempo, l'iniziativa è nel mirino degli ambientalisti, che si chiedono che fine facciano i materiali non riciclabili che vengono fatti volare e quale sia il loro impatto ambientale.

Ora, si espone ufficialmente contro la serata l'associazione Plastic Free, che denuncia: "Iniziative del genere mettono a rischio gli animali e l'ambiente a causa degli incendi e dello smaltimento di materiale inquinante". 

Il presidente di Plastic Free, Luca De Gaetano, puntualizza: "Tanti sono stati i ritrovamenti nei boschi di queste lanterne cinesi e tanti gli incendi generati o gli animali uccisi per il loro utilizzo".

Secondo De Gaetano, inoltre, si deve sempre considerare la metodologia di smaltimento dei rifiuti inquinanti. "Come i palloncini - sottolinea - ci si fa ingannare dalla voce biodegradabile. Noi dell’associazione Plastic Free ricordiamo che qualsiasi prodotto biodegradabile deve essere smaltito in appositi impianti, poiché non sparisce in natura, diventa un rifiuto e come tale pericoloso per l’ambiente e per gli animali. Già in altre occasioni abbiamo denunciato il lancio dei palloncini, anch’essi biodegradabili e scambiati per oggetti innocui". 

Christian De Leonardis, referente abruzzese di Plastic Free, annuncia azioni anche eclatanti, con un esposto, se sarà necessario, contro chi ha organizzato e autorizzato la manifestazione. 

"L’Abruzzo è una terra stupenda - commenta - ed è compito di ognuno di noi preservarla da ogni tipologia di inquinamento. Il mio impegno sul territorio per la tutela dell’ambiente si concretizza anche così: ostacolando iniziative simili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento