rotate-mobile
Attualità

Arta e Regione Abruzzo stilano il decalogo della biodiversità

Si tratta di azioni a difesa di habitat e specie vulnerabili. Il decalogo è stato condiviso martedì scorso a Bruxelles, in occasione dell’evento “Abruzzo sostenibile”

Arta e Regione Abruzzo stilano il decalogo della biodiversità. L?obiettivo è la conservazione della biodiversità e recupero funzionale e strutturale degli ecosistemi per costruire opportunità anche per il territorio. Il decalogo è stato condiviso martedì scorso a Bruxelles, in occasione dell?evento ?Abruzzo sostenibile?, nella sede di rappresentanza della Regione Abruzzo, dall?assessorato all?Ambiente, Parchi e Riserve naturali e Agricoltura e dall?Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) in ordine all?attuazione delle azioni previste dal quinto Tavolo istruttorio del Consiglio nazionale dell?Snpa (Sistema Nazionale delle Agenzie per la Protezione dell?Ambiente).

Il vicepresidente della Regione Abruzzo con delega all?Ambiente e all?Agricoltura, Emanuele Imprudente, ha evidenziato come ?l?uso sostenibile dei prodotti fitosanitari in agricoltura, rappresenti da sempre, specie nelle aree a valenza naturalistica, un tema centrale nell?azione politica e amministrativa dell?assessorato. A tal proposito ? ha detto ancora l?assessore Imprudente ? sarà di fondamentale importanza monitorare la salute degli ecosistemi, anche attraverso l?analisi della biodiversità negli ambienti marini e terrestri. In particolare ? ha concluso Imprudente ? verrà predisposto un controllo sulle sostanze attive fitosanitarie al fine di una valutazione degli habitat e delle specie più vulnerabili, così come previsto dal Tavolo Istruttorio nazionale (Tic V)?.

Tra le attività previste dal TIC V, figurano anche la gestione sostenibile ed efficiente dei corsi d?acqua e delle aree umide, la predisposizione di linee guida per la creazione e gestione delle ?foreste urbane? e dell?infrastrutture verdi, le azioni da porre in essere per il restauro ambientale nelle aree percorse da incendio.

?Le attività del Tavolo istruttorio che sono stato chiamato a coordinare ? ha detto il direttore generale di Arta Abruzzo, Maurizio Dionisio - rientrano negli obiettivi dell?Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite - Sustainable Development Goals (SDGs) - e nel complesso quadro della strategia nazionale, articolata in una pluralità di strumenti e di fondi nazionali ed europei. A livello regionale abbiamo stilato un decalogo di priorità, da attuare d?intesa con l?assessore all?Ambiente e all?Agricoltura, Emanuele Imprudente, in una logica di pianificazione territoriale che integri tali obiettivi nella politica agricola, forestale e della pesca, nelle politiche in materia di lotta e adattamento al cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arta e Regione Abruzzo stilano il decalogo della biodiversità

ChietiToday è in caricamento