Approvato il bilancio consuntivo della Provincia: disavanzo da 4 milioni di euro

L'ente è al lavoro con i dirigenti scolastici per preparare le scuole alla riapertura di settembre nel rispetto di tutte le precauzioni anti Covid

Il consiglio provinciale, riunito nella seduta di martedì scorso, ha approvato, con i soli voti favorevoli della maggioranza, il bilancio consuntivo del 2019, chiuso con un disavanzo di oltre 4 milioni di euro. 

Un risultato che, per il presidente della Provincia, Mario Pupillo, oggi "permette di affrontare il futuro con fiducia. Questo bilancio oggi propone un ente che può ragionevolmente e con prudenza disporre di risorse per continuare il processo di messa in sicurezza di strade e scuole. Appena insediata l’amministrazione Pupillo, nel 2015, si trovò difronte ad un bilancio in dissesto con il parere negativo del dirigente di ragioneria e del collegio revisori dei conti. Quel bilancio fu approvato grazie anche a una parte della minoranza che mantenne il numero legale, a cui sarò sempre riconoscente. La Provincia riuscì a salvarsi dal dissesto grazie alla vendita degli immobili di pregio, recuperando 13 milioni di euro, beneficiando, fra le prime in Italia dei fondi Invimit".

Il consigliere delegato al bilancio Massimo Tiberini ha relazionato sul bilancio, firmato dall’ingegner Moca, sottolineando alcuni passaggi importanti, la progettualità del triennale e i risultati ottenuti dall’ente nonostante il numero dei dipendenti  sia stato ridotto del 50% dalla legge 56 Delrio.

Nel corso della seduta, è toccato a Pupillo parlare delle azioni messe in atto in ambito scolastico lo scorso anno e nel periodo dell'emergenza sanitaria, quando è stato attivato un tavolo tecnico con i dirigenti che hanno presentato le necessità per ottemperare al distanziamento fisico.

L’ingegner Michele Zulli e l’architetto Francesco Faraone, responsabili dell’edilizia scolastica, stanno lavorando per predisporre gli interventi di edilizia leggera di adeguamento e di adattamento funzionale delle aule e degli spazi didattici. La Provincia di Chieti ha avuto a disposizione la cifra di 750 mila euro fondi PON del fondo europeo di sviluppo regionale, ma dovrà investire anche somme del proprio bilancio.

Domani è previsto un incontro tecnico in Provincia e nei giorni successivi saranno ascoltati i presidi che hanno problemi più complessi da risolvere. In tal senso i presidenti delle quattro province hanno lanciato, giovedì, in una conferenza stampa a Pescara, un grido di allarme sulla tempistica di realizzazione degli interventi, considerando che dovrebbero essere portati a termine mese di agosto, periodo nel quale fornitori e imprese chiudono o riducono le attività. Specie nelle scuole con maggiori problematiche, i lavori potrebbero non essere realizzati per la data di riapertura, fissata a metà settembre.

Durante il consiglio è stata presentata dal vice presidente Arturo Scopino una mozione sull’istituto alberghiero di Villa Santa Maria, che invita Pupillo a chiedere al ministero dell'Istruzione un intervento urgente per risolvere le problematiche del convitto. Su questo tema è stato fissato un tavolo tecnico giovedì.

Grazie ai fondi del Masterplan, è possibile programmare interventi per 6 milioni di euro sulle strade provinciali. Nella seduta si è parlato anche della pista ciclopedonale sulla Via Verde: Pupillo ha assicurato che alcuni tratti verranno aperti nel mese di agosto, "grazie al lavoro della struttura tecnica provinciale coordinata dall’architetto Valerio Ursini e tutto il suo team con il dirigente architetto Faraone".

Nella fase di discussione dei punti all’ordine del giorno, il consigliere Gabriele di Bucchianico ha sottolineato la mancanza di progettualità, e la confusione amministrativa della Provincia, esprimendo per questa amministrazione "la peggiore valutazione mai vista".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Certamente - dice Pupillo - il consigliere ha tutto il diritto di esprimere giudizi, ma da ingegnere, che deve dare importanza alla logica e ai numeri, come fa a spiegare un giudizio così negativo con un risultato economico finanziario cosi positivo dopo anni di perdite? Nemmeno l’ampia relazione del consigliere Tiberini ha permesso di prendere atto di tutte le azioni messe in campo per scuole e strade e che sono state attivate in periodo pre covid e ora nel post epidemia. Ci sembra un giudizio precostituito e gratuito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venticinquenne si ribalta con la Bmw a Chieti: miracolosamente illeso

  • Presentata la nuova giunta comunale a Chieti: Rispoli al lavori pubblici, Pantalone al commercio

  • "I dipendenti con un familiare in attesa di tampone devono andare al lavoro": la denuncia dell'Usb

  • Tamponamento a catena sull’asse attrezzato, diverse auto coinvolte

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

  • Coronavirus a Chieti: 2 casi positivi e 7 persone in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento