Venerdì, 15 Ottobre 2021
Attualità

"Appello nominativo prima degli alunni vaccinati": dopo l'esposto la presidente della Commissione pari opportunità chiede verifiche all'Usr

All'Ufficio scolastico regionale si chiedono verifiche dopo la segnalazione di controlli riguardanti la vaccinazione nei confronti degli studenti di alcuni istituti scolastici e l'eventuale intervento per scongiurare ogni forma di discriminazione

Una nota indirizzata alla dirigente dell'Ufficio scolastico regionale Abruzzo con la preghiera di verificare quanto sarebbe accaduto in alcune scuole abruzzesi dopo la denuncia del comitato “No green- pass; non toccate i minori”. L’ha inviata la presidente della Commissione pari opportunità della Regione, Maria Franca D’Agostino, dopo aver appreso dell’operato discriminatorio perpetrato da alcuni professori di istituti scolastici nei confronti degli studenti, come si evince dall’esposto, a firma del presidente del comitato "No green- pass; non toccate i minori" Nico Liberati, in cui si legge che in alcune scuole dell' Abruzzo, ogni giorno, alcuni insegnanti precedano le lezioni con l’appello nominativo prima degli alunni vaccinati e, successivamente, di quelli non vaccinati, con evidente violazione delle leggi vigenti.

Un fatto che D’Agostino giudica “inaccettabile, a maggior ragione se effettuato nelle scuole e sui minori, in quanto non può che instillare sentimenti di odio, laddove, invece la scuola dovrebbe adoperarsi per  l’inclusione senza alcuna forma di discriminazione”. Da qui l’invito alla dirigente dell’Usr Abruzzo, Antonella Trozza “ad attivarsi per effettuare le opportune verifiche" volte ad appurare "la veridicità degli episodi denunciati e, in ogni caso, di prendere gli opportuni provvedimenti atti a scongiurare e a prevenire ogni forma di discriminazione in tal senso, trattandosi di dati sensibili".

Nella lettera D'Agostino conclude auspicando  che "si possa instaurare quanto prima un tavolo tecnico regionale per affrontare i temi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Appello nominativo prima degli alunni vaccinati": dopo l'esposto la presidente della Commissione pari opportunità chiede verifiche all'Usr

ChietiToday è in caricamento