Attualità

La scrittrice teatina Antonella Ferrari candidata al premio Campiello

Il suo romanzo “Adelaide”, ambientato nella Chieti dell’800 è iscritto al prestigioso premio letterario 

Il premio Campiello torna a parlare chietino: il romanzo “Adelaide” (Castelvecchi editore) dell’autrice Antonella Ferrari è candidato alla 59esima edizione del premio Campiello. Ferrari è l’ unica teatina tra i pochi partecipanti. Il suo romanzo è ambientato nella Chieti dell '800.  

Narra la vita di Adelaide Mayo, nobildonna della omonima famiglia del noto palazzo lungo corso Marrucino. Con lei personaggi variegati, tutti uniti nelle lotte carbonare che hanno animato la città a metà secolo. Amori proibiti, eteree presenze, donne emancipate e forti, che agiscono e governano il destino senza subirne i suoi soliti scherzi. 

adelaide-2

E chissà che, dopo la vittoria del lancianese Remo Rapino nel 2020 con il suo  "Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” anche la prossima edizione del concorso di narrativa italiana possa mettere in luce ancora una volta il nostro territorio e le sue penne talentuose. 

Antonella Ferrari è laureata in giurisprudenza, è stata professore a contratto presso la scuola di giornalismo medico-scientifico dell'università d'Annunzio. “Adelaide” è il suo secondo romanzo dopo l’esordio con "Nessun dolore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scrittrice teatina Antonella Ferrari candidata al premio Campiello

ChietiToday è in caricamento