rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Un quarto di secolo fa se ne andava il cantautore teramano Ivan Graziani: il ricordo del suo Abruzzo

Un pensiero anche dal presidente della Regione Marsilio, che dice: "Abbiamo voluto un ricordo che rimanesse nel tempo e quest'anno abbiamo finanziato la manifestazione canora 'Pigro', fortemente voluta dalla moglie, Anna Bischi, e che premia i migliori giovani musicisti emergenti"

Ricorre oggi il 25esimo anniversario della scomparsa di Ivan Graziani. Il cantautore teramano è morto il 1° gennaio 1997, a 51 anni, nella sua casa di Novafeltria, nel riminese. 

Come ricorda l'agenzia Adnkronos, Graziani era "un artista completo, capace di scrivere canzoni e romanzi, di dipingere e disegnare storie a fumetti, di cimentarsi insomma completamente nell'arte, un personaggio che ha lasciato l'idea di poter essere sempre fuori dagli schemi, oltre le righe, che ha fatto della sua poliedricità la tara artistica che lo distingueva da tutti gli altri. Dotato di sensibilità e ironia uniche, attento osservatore di micro storie che riusciva a rendere esaltanti e intriganti nelle sue canzoni, Ivan Graziani ha raccontato il Paese, la nostra Italia, quella meno evidente ma vitale della provincia - con le piazze e le stazioni dei treni, le vie di campagna, le donne dai nomi più o meno originali, con le colline e i campi a perdita d'occhio, le piccole città che vivono lente, con il Gran Sasso, San Gabriele e l'Abruzzo sullo sfondo, ispiratori spesso e protagonisti a volte, in una geografia ideale e sghemba tracciata dalle sue canzoni - da Lugano fino in Olanda, da Modena e Siracusa fino alla "Firenze triste" lungo Ponte Vecchio, raccontata in un piccolo grande capolavoro". 

Al compianto artista ha dedicato un pensiero anche il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio: "Oggi - ha detto - ricorre il venticinquesimo anniversario della scomparsa di Ivan Graziani, cantautore e chitarrista teramano, che con le sue canzoni ha saputo anche raccontare il suo amato Abruzzo. Come non ricordare tra le tante 'Gran Sasso', cartolina e biglietto da visita per il nostro territorio. Ha amato la sua terra d'origine - ha aggiunto - impegnandosi anche come consigliere comunale a Teramo. Oggi la Regione Abruzzo, con la giunta che presiedo, gli vuole dedicare un ricordo che abbiamo comunque voluto rimanesse nel tempo. Quest'anno abbiamo infatti finanziato la manifestazione canora 'Pigro', fortemente voluta dalla moglie, Anna Bischi, e che premia i migliori giovani musicisti emergenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un quarto di secolo fa se ne andava il cantautore teramano Ivan Graziani: il ricordo del suo Abruzzo

ChietiToday è in caricamento