rotate-mobile
Attualità

Allarme sulla costa abruzzese, nidificazioni di Fratino ai minimi storici: "In spiaggia tenete i cani al guinzaglio"

L'allarme arriva dalla pagina Facebook del progetto Salvafratino Abruzzo promosso da Wwf Abruzzo e Amp Torre del Cerrano

La stagione 2024 si sta rivelando critica per la popolazione del Fratino, piccolo uccello presenta sulla costa teatina. Le prime osservazioni indicano un numero estremamente basso di nidificazioni lungo la costa abruzzese, addirittura inferiore rispetto alla già preoccupante stagione del 2023.

Il Fratino (Charadrius alexandrinus), noto per la sua delicatezza e vulnerabilità, sta affrontando una crisi senza precedenti. Le cause di questo declino sono molteplici, tra cui la crescente urbanizzazione delle coste, l'erosione dell'habitat naturale e il disturbo umano durante il periodo riproduttivo. L'assenza di adeguate misure di protezione sta ulteriormente aggravando la situazione.

L'allarme arriva dalla pagina Facebook del progetto Salvafratino Abruzzo promosso da Wwf Abruzzo e Amp Torre del Cerrano. "Quando passeggiate sulla spiaggia, prestate la massima attenzione ai nidi. Spesso sono difficili da individuare, essendo semplici depressioni nella sabbia. Tenete i cani al guinzaglio e rispettate le aree segnalate come siti di nidificazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme sulla costa abruzzese, nidificazioni di Fratino ai minimi storici: "In spiaggia tenete i cani al guinzaglio"

ChietiToday è in caricamento