Martedì, 16 Luglio 2024
CRISI IDRICA

L'Aca conferma la disponibilità di acqua da un secondo pozzo: è la fine delle chiusure intermittenti?

In mattinata la riunione in prefettura. Dall'azienda acquedottistica la rassicurazione che le chiusure intermittenti sarebbero terminate per il territorio di Chieti. Annunciati progetti per 24 milioni di euro sulla rete

L'Aca ha confermato ufficialmente la notizia delll’attivazione del pozzo di via della Repubblica di Bussi, che alimenta i serbatoi di Chieti, rassicurando sul fatto che le chiusure intermittenti che nelle ultime settimane hanno creato disagi a migliaia di utenti sarebbero terminate.

Di crisi idrica sul territorio provinciale e di investimenti previsti sulla rete si è parlato stamani durante una riunione in prefettura a Chieti alla quale erano presenti i gestori del servizio, i sindaci dei comuni interessati e le forze dell’ordine. Per l’amministrazione comunale teatina erano presenti il sindaco Diego Ferrara, con l’assessore Manuel Pantalone e il consigliere delegato comunale alla protezione civile Enzo Ginefra che riferiscono del possibile superamento della fase emergenziale per la nostra città e per la maggior parte dei comuni interessati dalle chiusure nei giorni scorsi.

"Grazie alla disponibilità di acqua in arrivo da questo secondo pozzo - spiega il sindaco Ferrara - le chiusure intermittenti non si dovrebbero manifestare più. Abbiamo approfittato della presenza dell’ingegner Lorenzo Livello, vicedirettore dell’Aca e direttore tecnico, per avere notizie anche sugli investimenti messi in cantiere dalla società al fine di superare l’attuale situazione e lui ci ha riferito che ci sono 20 milioni di fondi Pnrr per la reingegnerizzazione della rete, si tratta di un progetto che riguarda 6 comuni metropolitani fra cui Chieti e che entro il 31 dicembre del 2025 porterà Aca a ottimizzare la risorsa idrica, riducendo le perdite del 35 per cento. A questo si aggiunge un ulteriore progetto, stavolta per la sola città di Chieti, per la sostituzione delle reti obsolete, per l’ammontare di 4 milioni di euro e per cui Aca ha già provveduto a inviare la scheda all’Ersi, che a sua volta l’ha inviata al commissario straordinario Nicola Dell’Acqua, il quale a giorni dovrebbe dare il via libera all’intervento, in modo che possa essere appaltato entro un anno".

Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aca conferma la disponibilità di acqua da un secondo pozzo: è la fine delle chiusure intermittenti?
ChietiToday è in caricamento